I dolcificanti artificiali aumentano il rischio di diabete di tipo 2

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dolcificanti artificiali? Fanno solo male. In particolare aspartame e saccarina non sono né una buona soluzione per evitare problemi di peso né un modo per tenere a bada la glicemia. Anzi: questi edulcoranti sarebbero in grado di alterare il metabolismo con un conseguente aumento di rischio di diabete tipo 2.

Secondo una ricerca condotta dalla canadese York University, i dolcificanti di sintesi aiutano a limitare l’assunzione di calorie, però fanno aumentare la glicemia. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Applied Physiology, Nutrition and Metabolism.

Per questo studio sono stati analizzati i dati di 2.856 adulti che hanno preso parte alla “Third National Health and Nutrition Survey”. I partecipanti sono stati sottoposti a un test per individuare l’intolleranza al glucosio che predispone al diabete ed è emerso che l’aspartame contenuto nei dolcificanti aumenta il rischio di sviluppare un’intolleranza al glucosio e, di conseguenza, accresce la possibilità di sviluppare un diabete di tipo 2.

Non è la prima volta che i dolcificanti vengono tirati in ballo nella questione del rialzo della glicemia. Già un altro studio aveva evidenziato che i dolcificanti sono in grado di alterare il normale metabolismo innalzando la glicemia e in alcuni casi, arrivando a sviluppare una condizione pre-diabete.

In più, un’altra ricerca di poche settimane fa ha puntato il dito contro il dolcificante sucralosio, che sarebbe associato all’aumento del rischio di ammalarsi di leucemia.

Insomma, credere di poter sostituire senza rischi lo zucchero raffinato con i dolcificanti artificiali è in realtà un’idea sbagliata, tanto più che è ormai assodato che non aiutano a dimagrire, nemmeno se sono a zero calorie, e non proteggono – ormai è chiaro – da malattie come l’obesità o il diabete. Si tratta, quindi, solo di un inganno: chi soffre di problemi di obesità o di diabete o chi sperava di dimagrire grazie a questi surrogati, in realtà dovrebbe rivolgersi ad altro. È il caso, per esempio, della frutta fresca o essiccata e della stevia, oltre, ovviamente, alla necissità di rivedere probabilmente tutta la propria alimentazione…

Germana Carillo

LEGGI anche:

TUMORI E DOLCIFICANTI: IL SUCRALOSIO AUMENTA IL RISCHIO DI LEUCEMIA?

DOLCIFICANTI ARTIFICIALI: DA EVITARE, ALZANO LA GLICEMIA

I DOLCIFICANTI ARTIFICIALI SONO NOCIVI COME LO ZUCCHERO BIANCO

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook