Ictus, elevata incidenza in Italia. Colpa della dieta mediterranea? No, del sale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La dieta mediterranea causa l’ictus? È un assunto cui stentiamo a credere, eppure sentendo i pareri di autorevoli esperti potrebbe essere così. Ma tenendo conto necessariamente solo di alcuni parametri.

Riconosciuta dall’UNESCO Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità nel 2010, la dieta mediterranea è da sempre considerata la migliore in fatto di alimentazione e salute. La nostra grave pecca allora qual è? Aggiungere troppo sale.

È questa la tesi sostenuta da Simona Giampaoli, che lavora al dipartimento malattie cardiovascolari, dismetaboliche e dell’invecchiamento dell’Istituto superiore di sanità.

L’ictus ha in Italia un’incidenza al di sopra della media: quasi 200mila casi ogni anno, di cui il 20% non sopravvive e 50mila persone che devono convivere con conseguenti disabilità. Rappresenta la terza causa di morte nel nostro paese e della prima causa di disabilità negli adulti. E siccome il nostro paese è la patria della dieta mediterranea, si è pensato bene di unire le due cose.

La dieta di molti italiani, come spiega Simona Giampaoli, si caratterizza per un elevato consumo di sale, fattore non indifferente nello sviluppo dell’ipertensione, di malattie cardio-cerebrovascolari, di patologie renali, di tumori del tubo digerente, di osteoporosi. E non solo: molte sono le condizioni che si ritrovano più frequenti in età avanzata e che gli esperti riconoscono come predittori di un ictus, come per esempio una fibrillazione atriale, un’ipertrofia ventricolare sinistra, lo spessore medio-intimale delle arterie, l’infarto del miocardio.

Insomma, il dito va puntato contro l’eccessivo consumo di sale e non già verso una più generica dieta mediterranea. Quel che è necessario è sì beneficiare della varietà di alimenti che ci garantisce il nostro unico stile alimentare e non esagerare con il sale.

LEGGI anche:

I rischi di un’alimentazione troppo salata sarebbero infatti addirittura più gravi di quelli legati al fumo e all’obesità, per cui non basterà limitare l’utilizzo del sale ma anche stare attenti ai vari prodotti alimentari, dal pane ai formaggi. Dieta mediterranea? Ben venga! È quel pizzico di sale in più che dobbiamo eliminare!

Germana Carillo

Dieta mediterranea e ictus: è l’eccesso di sale il principale indagato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook