Le cucine plastic free che durano una vita

Cosa succede al tuo corpo se mangi cappuccino e cornetto ogni giorno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La colazione è il pasto più importante della giornata, ma è anche il meno considerato dalla maggior parte delle persone. Spesso per mancanza di tempo, per golosità o per abitudine si ricorre ad una colazione al bar. Ma cosa succede al nostro corpo se mangiamo cappuccino e cornetto ogni giorno? L’abbiamo chiesto al “nostro” nutrizionista.

Se avete l’abitudine di fare colazione al bar con cappuccino e cornetto, probabilmente vi sarete chiesti almeno una volta che effetto questo possa avere sulla vostra salute o sulla vostra linea. Come probabilmente già immaginerete, un pasto ricco di zuccheri e grassi non è esattamente la scelta migliore per il nostro organismo ma per saperne di più abbiamo chiesto un parere al nutrizionista  Flavio Pettirossi.

Ecco cosa ci ha detto:

La colazione con cappuccino e cornetto è piuttosto ‘dannosa’ dal punto di vista delle calorie e della quantità di grassi saturi e zuccheri semplici che si introducono. Un croissant semplice contiene circa 250 calorie, che aggiunte alle 130 del cappuccino e alle 40 dello zucchero fanno circa 420 calorie (contro le 300-320 circa che dovrebbe fornire la colazione).

Cosa accade al corpo dopo aver consumato una colazione del genere?

Un importante aspetto da non sottovalutare è la sensazione di vuoto di stomaco che si avverte nell’immediato post colazione, in particolare se si mangiano solo carboidrati o troppi zuccheri semplici. Il motivo? È molto semplice ovvero una colazione a base di soli carboidrati (ad esempio il cornetto o una fetta di dolce o solo dei biscotti) creano un brusco e repentino aumento dei livelli di glicemia che determina in risposta una massiccia secrezione di insulina per contrastare la situazione di iperglicemia. Dopo qualche ora quindi la glicemia (per effetti dell’insulina) precipita in modo altrettanto repentino verso il basso, provocando quel fastidioso buco allo stomaco di metà mattina, accompagnato anche da nervosismo e irritabilità: tutti sintomi che la glicemia, appunto, è scesa troppo velocemente in basso e che il corpo ha nuovamente bisogno di zuccheri, portando così all’instaurarsi di un circolo vizioso.

Che consiglio daresti a chi fa ogni giorno colazione al bar?

Se proprio non si riesce a farne a meno, la scelta migliore al bar è un caffè con poco zucchero, un cappuccino scremato o una spremuta d’arancia e una brioche vuota integrale di piccole dimensioni.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook