Copenhagen sta piantando alberi e cespugli da frutto in tutta la città dove raccogliere gratis mele, more e mirtilli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Immaginate la bellezza di poter raccogliere della frutta da un albero o da un cespuglio mentre stiamo andando a lavoro o aspettiamo l’autobus. Questo diventerà presto realtà a Copenaghen dove verranno piantati alberi da frutto in tutta la città per offrire alla comunità spuntini sani e genuini.

Si tratta di alberi da frutto e cespugli dedicati alla comunità e di cui ognuno potrà beneficiare raccogliendo ad esempio mele ma anche more o mirtilli. Questi saranno piantati in aree pubbliche come parchi e campi da gioco e saranno utili a riconnettere le persone con la vegetazione locale.

Come sta avvenendo un po’ ovunque, infatti, anche le giovani generazioni danesi stanno perdendo la connessione con la natura e i sapori genuini che offre. La speranza dell’amministrazione di Copenaghen che ha votato per la realizzazione di questo progetto è che, piantando alberi da frutto e altra vegetazione, le persone abbiano l’opportunità di riconnettersi con i sapori naturali e scelgano di inserirli più spesso nella loro alimentazione quotidiana.

Fin dal Medioevo, la raccolta di frutta ed erbe è una tradizione in Danimarca e, non a caso, i danesi sono autorizzati a raccogliere cibo dalle terre pubbliche come desiderano. Sono anche autorizzati a prelevare colture dalle proprietà private, purché si trovino sui sentieri. Visti i precedenti, non sorprende quindi più di tanto la decisione del consiglio comunale di Copenaghen che praticamente si è limitato ad estendere la pratica secolare della raccolta di erbe spontanee e frutta anche alle aree urbane.

Per presentare la natura danese ai visitatori ma anche ai cittadini che non la conoscono ancora bene è stata sviluppata un’app chiamata Vild Mad ( “cibo selvaggio”). L’app istruisce le persone sulla raccolta di frutti, bacche ed erbe e può essere utilizzata come una vera e propria guida che fornisce anche gustose ricette da realizzare usando proprio  gli ingredienti selvatici raccolti, cibo fantastico e gratuito a disposizione di tutti!

Piantare alberi da frutto per l’intera comunità si rivelerà una situazione vantaggiosa da ogni punto di vista. Le persone potranno avere gratuitamente deliziosi frutti da sgranocchiare e, contemporaneamente, la città diventerà più verde.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook