Clorofilla: benefici per la salute, usi, rischi e come consumarne di più

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scopriamo gli impressionanti benefici per la salute della clorofilla in grado di aumentare la longevità e anche prevenire i tumori

La clorofilla è un pigmento presente naturalmente in tutte le piante verdi e in pochi altri organismi. Assorbe la luce solare e permette la fotosintesi. Ha una struttura simile alla nostra emoglobina e per questo motivo è conosciuta anche come sangue vegetale. Scopriamo tutti i benefici e gli usi della clorofilla che si è rivelata essere un grande alleato della longevità  per via delle sue spiccate proprietà antiossidanti.

Le piante verdi contengono al loro interno una sostanza responsabile del loro colore, ma soprattutto fondamentale per la loro stessa sopravvivenza. Si tratta appunto della clorofilla, un pigmento che può essere particolarmente utile anche per gli esseri umani in quanto considerato un vero e proprio rigeneratore cellulare vista la sua qualità di migliorare l’apporto di ossigeno al sangue.

La clorofilla può essere assunta sotto forma di integratore per migliorare il nostro stato di salute in alcuni casi specifici ma, soprattutto, la possiamo portare ogni giorno in tavola arricchendo i nostri piatti con ortaggi a foglia verde.

Fonti naturali di clorofilla

clorofilla fonti

@Fortyforks/Shutterstock

L’assunzione della clorofilla non avviene soltanto tramite integratori. Quali sono dunque i cibi che la contengono maggiormente? La troviamo in numerose verdure, come i broccoli, i cavoli, le barbe di frate (agretti), le erbette, la catalogna, gli spinaci, la cicoria, il tarassaco e le insalate. Il consiglio è di consumare questi cibi crudi o poco cotti magari con l’aggiunta di un filo di olio extravergine di oliva e succo di limone fresco.

Possiamo preparare, ad esempio, dei centrifugati a base di spinaci, di erba d’orzo o di erba di grano. Un’altra fonte interessante di clorofilla è l’alga spirulina. Privilegiamo però sempre le verdure a foglia verde scuro come sorgente principale di clorofilla. Attenzione anche ad acquistare sempre verdura ben soda e non appassita.

Ricapitolando ottime fonti vegetali di clorofilla sono:

  • Broccoli
  • Cavoli
  • Agretti
  • Erbette
  • Catalogna
  • Spinaci
  • Tarassaco
  • Insalate varie
  • Erba d’orzo
  • Erba di grano
  • Alga spirulina

Proprietà della clorofilla

clorofilla2

@Natalie Maro/Shutterstock

La clorofilla è essenziale per la sopravvivenza delle piante, ma è benefica anche per il nostro organismo. La sua composizione chimica richiama quella dell’emoglobina. Nella clorofilla, però, il ferro è sostituito dal magnesio. È una sostanza antianemica e cicatrizzante, purifica il sangue e regola il colesterolo.

I benefici della clorofilla sul corpo umano sono ancora nelle prime fasi di indagine da parte della scienza. Tuttavia, la ricerca ha già scoperto che questo pigmento fornisce effettivamente alcuni benefici per la salute grazie alle sue spiccate proprietà antiossidanti e depurative.

L’assunzione di clorofilla è considerata utile per l’intestino, in particolar modo per riequilibrare la flora batterica. La clorofilla aiuta il poi il nostro organismo ad eliminare le tossine e a favorire la depurazione, poiché agisce contro i radicali liberi, è dotata anche di proprietà anti-invecchiamento.

Migliora la circolazione ed è considerata per questo un valido aiuto per prevenire le vene varicose, stimola inoltre il metabolismo e aiuta il nostro organismo ad utilizzare al meglio l’energia e a resistere allo stress. A differenza della caffeina, la clorofilla non rappresenta una sostanza eccitante. È utile come ricostituente e “deodorante” interno all’organismo.

La clorofilla è considerata benefica in caso di anemia. Aiuta i globuli rossi a trasportare al meglio il ferro verso gli organi. Facilita l’assorbimento del calcio e può dare sollievo a chi soffre di gastrite, colite o ulcera. Protegge i muscoli dai danni provocati dalle contrazioni e dagli indolenzimenti. Migliora il lavoro del cuore e previene l’ipertensione.

Clorofilla e longevità

In uno studio pubblicato nella National Library of Medicine degli Stati Uniti National Institutes of Health, è stata studiata la capacità della clorofilla di prolungare la durata della vita.

“I risultati dello studio indicano che la clorofilla viene assorbita dai vermi ed è quindi biodisponibile, costituendo un importante prerequisito per le attività antiossidanti e di promozione della longevità all’interno del corpo”, ha osservato lo studio.

Come si legge dall’abstract: “Il nostro studio supporta quindi l’opinione che le verdure verdi possono anche essere utili per gli esseri umani” e, in conclusione, dimostrerebbero che “la clorofilla mostra una sostanziale attività antiossidante e migliorando significativamente la resistenza antiossidante di  C. elegans ”

“Pertanto, i derivati ​​della clorofilla alimentare supportano la raccomandazione dei nutrizionisti di mangiare verdure verdi e insalate contenenti alti contenuti di clorofilla, in quanto ciò potrebbe anche aiutare a migliorare la salute umana e prevenire le malattie”.

Clorofilla e pevenzione dei tumori

Alcuni studi (effettuati però ancora solo sui roditori) hanno dimostrato che la clorofilla può ridurre l’insorgenza di tumori cancerosi. È stato scoperto, infatti, che la clorofilla può formare legami stretti con sostanze chimiche cancerogene chiamate aflatossine. Quando si legano, la clorofilla aiuta a bloccare l’assorbimento delle aflatossine  nell’intestino. Sono necessari ulteriori studi sugli esseri umani per supportare questi risultati.

Gli scienziati stanno studiando gli effetti dell’assunzione di clorofilla quando si tratta di tumori al fegato, alla pelle, allo stomaco e al colon. È importante notare che questa ricerca riguarda la clorofillina e non la clorofilla naturale. In questo modo il dosaggio può essere monitorato in modo più accurato. La ricerca ha dimostrato come l’assunzione di dosi da 100 milligrammi di clorofillina tre volte al giorno per quattro mesi abbia ridotto il danno delle aflatossine al DNA fino al 55%.

Altri studi dimostrano che esiste una connessione tra il consumo di verdure e la protezione dal cancro. Maggiore è l’assunzione giornaliera di verdure verdi, il tuo corpo ha un migliore effetto di prevenzione del cancro.

Clorofilla, altri benefici

La clorofilla e gli integratori che la contengono vantano numerosi benefici per la salute. Nella maggior parte dei casi viene consigliata come energizzante naturale soprattutto nei cambi di stagione (quando il fisico tende a cedere un po’ alla stanchezza) o per sostenere l’organismo durante un periodo di grande stress, anche dopo una convalescenza. Spesso utilizzata anche per trattare l’anemia dato che, come abbiamo visto, i principi attivi della clorofilla sono in grado di aiutare i globuli rossi a trasportare ferro.

Consigliata poi in caso di artrite e di artrite reumatoide ma anche per facilitare l’eliminazione di residui di medicinali e insetticidi tossici vista la sua azione depurativa sul fegato. Per lo stesso motivo è utile anche per contrastare alitosi e odori sgradevoli

È utile poi per le donne che vogliono regolarizzare il ciclo mestruale, per tutte le persone che vogliono sostenere le funzioni del proprio sistema immunitario e per chi segue un’alimentazione e uno stile di vita anti-age.

Ma non è finita qui. La clorofilla aiuta intestino e stomaco portando sollievo anche in caso di gastrite, ulcera o colite, aiuta le vie respiratorie in caso di naso chiuso e presenza di muco, è utile se si soffre di vene varicose ma anche di emorroidi.

Clorofilla, quando assumerla

Si può assumere clorofilla in diverse occasioni, l’integratore a base di questa sostanza può essere utile nei seguenti casi:

  • Stress psico-fisico
  • Stanchezza o convalescenza
  • Anemia
  • Artrite
  • Artrite reumatoide
  • Depurazione da sostanze tossiche (medicinali, pesticidi, metalli pesanti)
  • Alitosi
  • Ciclo mestruale irregolare
  • Difese immunitarie basse
  • Gastrite
  • Ulcera
  • Colite
  • Naso chiuso e muco
  • Vene varicose
  • Emorroidi

Integratori di clorofilla, come utilizzarli

È evidente che se si vogliono sfruttare al meglio i benefici della clorofilla non basta uno sporadico consumo di erbe e verdure che contengono questa sostanza. Il modo migliore è ricorrere ad un integratore concentrato che esiste sotto forma di estratto liquido o capsule.

Le modalità d’impiego dell’integratore a base di clorofilla possono variare a seconda della necessità e dello stato di salute del soggetto. Alcuni integratori in forma liquida indicano di assumere 30 gocce di clorofilla in poca acqua prima di pranzo. Per gli integratori in compresse, viene suggerita l’assunzione di 1 o 2 compresse 2 volte al giorno durante i pasti.

Controindicazioni

Tenete l’integratore alla clorofilla fuori dalla portata dei bambini. Le avvertenze per la clorofilla in compresse indicano di non superare la dose giornaliera consigliata. Durante la gravidanza e l’allattamento dovrete rivolgervi al medico prima dell’utilizzo. Tra gli effetti indesiderati, la clorofilla può causare una colorazione giallo-nera della lingua e verdastra delle urine e delle feci. In rari casi è possibile anche veder comparire la diarrea.

Dove trovare la clorofilla

L’integratore alla clorofilla è in vendita nelle erboristerie, nei negozi di prodotti naturali e su internet. Lo si trova in forma liquida o in compresse. Prima di decidere di iniziare ad assumere la clorofilla, come per qualsiasi altro farmaco o integratore, meglio consultare sempre il parere di un esperto.

Altri integratori naturali

Ti potrebbero interessare anche altri integratori naturali utili in diverse situazioni:

Fonti: Webmed/ Medicalnewstoday

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook