Un po’ di cioccolato fondente ogni giorno fa bene al cuore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dieta e cioccolato: un binomio possibile che fa gola a parecchi. Non solo rende più intelligenti e migliora la memoria, il cioccolato fondente, se consumato quotidianamente, ha anche effetti benefici sul sistema cardiovascolare.

Le potenzialità di sua maestà il cioccolato fondente, quello con almeno il 70% di cacao, sono note da tempo: è un toccasana contro lo stress, rilassa e contiene tanti antiossidanti utili per la salute del cuore. In più, secondo una ricerca, farebbe addirittura dimagrire.

LEGGI anche: CIOCCOLATO: 10 MITI DA SFATARE

Ora, un nuovo studio della Brown University punta sugli effetti dei flavonoli del cacao che potrebbero fare bene al cuore. L’analisi pubbilcata sul Journal of Nutrition è stata basata sui dati di 19 studi condotti sul tema, per un totale di oltre mille individui coinvolti.

Ciò che è emerso è che un consumo quotidiano di cioccolato diminuisce le infiammazioni delle arterie e circa 600 milligrammi al giorno di flavonoli del cacao, indipendentemente dalla forma in cui viene consumato (cioccolata liquida o cioccolato fondente naturale), diminuiscono di molto il rischio di sviluppare malattie cardiache e diabete di tipo due

I flavonoli costituiscono un gruppo di flavonoidi e sono antiossidanti naturali che si trovano anche in alcuni tipi di frutta e di verdura, nel tè e nel vino rosso. Sono in grado di mantenere un flusso sano di ossigeno nel sangue, guidando le sostanze nutritive verso gli organi.

LEGGI anche: CIOCCOLATO ALLEATO DEL CUORE E DEL SISTEMA CIRCOLATORIO, LO DICE LA SCIENZA

Abbiamo rilevato che l’assunzione di flavonoli del cacao può ridurre le dislipidemie (i trigliceridi alti), la resistenza all’insulina e l’infiammazione sistemica, tutti fattori di rischio subclinici per le malattie cadiometaboliche”, spiega Simin Liu, responsabile della pubblicazione, mettendo in risalto la necessità di condurre altri studi.

Attenzione, però, come si spiega nello studio, i risultati non possono essere generalizzati a diversi tipi di dolci al cioccolato o al cioccolato bianco, “il cui contenuto di zuccheri/additivi alimentari potrebbe essere significativamente più elevato rispetto a quello del cioccolato fondente”.

Via libera, allora, a piccole (non esagerate!) quantità giornaliere di un buon cioccolato fondente, meglio se da commercio equo e solidale!

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook