@liza5450/123rf

Questi cibi che non ti aspetti hanno più potassio di una banana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sudare tanto comporta la perdita di liquidi e sali minerali importanti come il potassio, ma come reintegrarlo in modo corretto? Non solo banane, ma anche altri cibi sono fonti preziose di questo elemento.

In estate è di vitale importanza mantenersi idratati e reintegrare costantemente i sali minerali che si perdono con la sudorazione – soprattutto se si pratica sport: quando si suda, infatti, il corpo si priva di elementi essenziali per la sopravvivenza, come il sodio, il magnesio e il potassio. In particolare, livelli troppo bassi di potassio nel sangue possono provocare problemi quali debolezza, affaticamento, spasmi e crampi muscolari, problemi digestivi (costipazione), palpitazioni e addirittura difficolta di respirazione.

Come fare quindi per avere sempre il giusto livello di questo elemento? Prima di ricorrere ad integratori alimentari e altre preparazioni artificiali, molto si può fare a tavola, grazie ad un’alimentazione che contempla alimenti ricchi di potassio – come pesce, frutta secca e banane. Ma questi quattro insospettabili alimenti possono davvero fare la differenza e aumentare tantissimo l’apporto giornaliero di potassio.

(Leggi anche: Non rinunciare alle banane! Eliminarle dalla tua dieta potrebbe avere questi effetti collaterali)

  • Avocado – Incredibile come solo mezzo avocado contenga già 487 milligrammi di potassio – circa il 10% del fabbisogno giornaliero. Purtroppo però, questo frutto è anche altamente calorico e ricco di grassi, quindi non è prudente utilizzarlo come unica fonte di questo minerale.
  • Spinaci – Gli spinaci, si sa sono un’importante fonte di ferro, ma non solo. Contengono anche vitamina K, magnesio e sodio. Inoltre, una tazza di spinaci congelati fornisce circa 540 milligrammi di potassio (corrispondente al 12% del fabbisogno giornaliero).
  • Anguria – È uno dei frutti più dissetanti dell’estate, ricco di acqua, vitamine e sali minerali – perfetto per contrastare calura e disidratazione. L’anguria è ricca anche di potassio: si pensi che due fette di questo frutto apportano 640 milligrammi di potassio, circa il 14% del fabbisogno giornaliero raccomandato.
  • Patate dolci – Non sono estremamente diffuse nel nostro paese, ma le patate dolci (anche dette patate americane) sono un vero toccasana per il nostro organismo e per il corretto apporto giornaliero di potassio: una porzione media di patate dolci contiene infatti circa 541 milligrammi di questo minerale (12% del fabbisogno giornaliero).

Leggi tutti i nostri articoli su banane e potassio

Fonti: National Institute of Health / USDA

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook