Celiachia: rimborsi all’osso, tutte le modifiche dei tetti di spesa mensili

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Assistenza ai celiaci: cambiano i limiti di spesa mensili per gli alimenti senza glutine a carico dello Stato cui hanno diritto le persone celiache, con differenze tra uomini e donne.

I limiti di spesa rimangono più elevati per i minori e più bassi per gli adulti (per gli adulti prima il rimborso era di 140 euro al mese mentre oggi con i nuovi tetti si va dai 90 euro per le donne ai 110 euro per gli uomini), mentre i tetti sono ancora più bassi per gli anziani.

Con un nuovo decreto che abroga sostanzialmente quello del 4 maggio 2006, si riconosce ai soggetti affetti da celiachia, compresa la variante della dermatite erpetiforme, il diritto all’erogazione gratuita degli alimenti con dicitura “senza glutine, specificatamente formulati per celiaci” o “senza glutine, specificatamente formulati per persone intolleranti al glutine” e rivaluta i tetti di spesa, distinti per sesso e per fasce di età, secondo i fabbisogni energetici totali definiti dai Livelli di assunzione di riferimento di nutrienti ed energia (LARN).

È opportuno rendere uniformi le modalità di erogazione degli alimenti senza glutine specificamente formulati per celiaci al fine di garantire i livelli essenziali di assistenza su tutto il territorio nazionale e di contenere i costi per il Servizio sanitario nazionale – si legge nel decreto in cui si precisa che “il celiaco deve seguire una dieta varia ed equilibrata con un apporto energetico giornaliero da carboidrati stimabile in almeno il 55%, che deve derivare anche da alimenti naturalmente privi di glutine provenienti da riso, mais, patate e legumi come fonte di carboidrati complessi, per cui la quota da soddisfare con alimenti senza glutine di base (pane, pasta e farina) è stimabile nel 35% dell’apporto energetico totale”.

I limiti di spesa

  • Dai 6 mesi ai 5 anni: 56 euro sia per i maschi che per le femmine
  • Dai 6 ai 9 anni: 70 euro sia per i maschi che per le femmine
  • Dai 10 ai 13 anni: 100 euro per i maschi; 90 euro per le femmine
  • Dai 14 ai 17 anni: 124 euro per i maschi; 99 euro per le femmine
  • Dai 18 ai 59 anni: 110 euro per i maschi; 90 euro per le femmine
  • ≥ 60 anni: 89 euro per i maschi; 75 euro per le femmine
tettispesa celiachia

Categorie erogabili di alimenti senza glutine specificamente formulati per celiaci

1. pane e affini, prodotti da forno salati
2. pasta e affini
3. pizza e affini
4. piatti pronti a base di pasta
5. preparati e basi pronte per dolci, pane, pasta, pizza e affini
6. prodotti da forno e altri prodotti dolciari
7. cereali per la prima colazione

Leggi anche

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook