Le carote migliorano la fertilita’ maschile

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le carote stimolano la fertilità maschile e migliorano la qualità dello sperma. Questi ortaggi non sono dunque preziosi soltanto per proteggere la vista e la pelle, oltre che per la loro ricchezza di vitamine, ma anche per prevenire eventuali problemi di infertilità negli uomini. A renderlo noto è una nuova ricerca condotta presso l’Università di Harvard.

I ricercatori statunitensi, che hanno lavorato sotto la guida di Jorge Chavarro, hanno raccolto i risultati ottenuti in uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Fertility and Sterility, che porta il titolo di “Semen quality in relation to antioxidant intake in a healthy male population”. L’obiettivo principale dello studio consisteva nel valutare la correlazione tra l’assunzione di antiossidanti tramite l’alimentazione e il miglioramento della qualità dello sperma in soggetti giovani e sani.

Gli scienziati hanno condotto le proprie ricerche su di un gruppo di 200 volontari senza problemi di salute. Ai volontari è stato richiesto di seguire una dieta a base di frutta e verdura. È stata dunque analizzata la funzionalità dei loro spermatozoi, già valutata prima dell’inizio della specifica dieta.

Dalle osservazioni degli esperti è emerso che il consumo di carote e di frutta e verdura di colore arancione e giallo, come il melone e le patate dolci, sarebbe in grado di incrementare la qualità dello sperma del 10%. Lo studio è stato condotto a seguito della crescente preoccupazione riguardo al calo della fertilità maschile nei Paesi occidentali, causato dalla scarsa qualità dello sperma.

Anche mangiare frutta e ortaggi di colore rosso sarebbe benefico per favorire la fertilità. I frutti rossi, compresi i pomodori, aiutano a ridurre le possibilità che l’organismo maschile produca spermatozoi a scarsa motilità o dall’aspetto difettoso. Il consumo di carote, secondo gli esperti, migliorerebbe le performance degli spermatozoi dal 6,5 all’8%. Le carote aiuterebbero gli spermatozoi a muoversi più rapidamente per raggiungere l’ovulo da fecondare.

Le ultime scoperte, secondo i ricercatori, potrebbero essere utili alle coppie che desiderano concepire un figlio. La cause della diminuzione del numero di spermatozoi non sarebbero ancora state confermate con precisione, ma sembra proprio che un’alimentazione ricca di frutta e verdura di colore rosso, giallo e arancione, possa essere utile per renderli più rapidi ed attivi, soprattutto grazie all’azione di contrasto dei radicali liberi data dagli antiossidanti di cui questi alimenti naturali sono ricchi.

Marta Albè

LEGGI anche:

Orto sul balcone: le carote

Chi mangia carote vive più a lungo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook