La dieta mediterranea riduce il rischio di cancro al seno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cancro al seno. Olio d’oliva, noci, pesce, frutta, pesce, verdura e cereali integrali: tutto ciò che è racchiuso nella dieta mediterranea è un passepartout per la buona salute. Combatte la depressione, è uno scudo contro ictus e infarti, previene i danni cardiovascolari nelle persone affette da diabete e non solo: la dieta mediterranea potrebbe ridurre in modo significativo anche il rischio di cancro al seno per le donne in post-menopausa.

A dirlo sono gli scienziati olandesi del Maastricht University Medical Centre grazie a uno studio durato oltre vent’anni e pubblicato sulla rivista International Journal of Cancer.

Dai risultati dell’indagine è emerso che seguire la dieta mediterranea aiuterebbe a prevenire le probabilità di sviluppare in particolare un tumore alla mammella ER/PR negativo (negativo ai recettori di estrogeni e progesterone), una forma di cancro che può colpire la donna dopo la menopausa e che non può essere trattato con la terapia ormonale.

LO STUDIO – Per poco più di venti anni, sono stati monitorati lo stato di salute e il regime alimentare di 62.573 donne olandesi di età compresa tra 55 e 69 anni, che avevano preso parte al Netherlands Cohort Study. Al termine dell’indagine è stato scoperto che la dieta mediterranea aiuta a prevenire il rischio di tumore alla mammella e che è soprattutto la frutta secca a dare il maggior effetto benefico.

LEGGI anche: FRUTTA SECCA: PROPRIETÀ, CALORIE E QUALE SCEGLIERE

Gli studiosi hanno infatti osservato che a proteggere contro il cancro sono soprattutto le noci, seguite poi dalla frutta e dal pesce. I ricercatori hanno calcolato, infine, che se tutti seguissero la dieta mediterranea, potrebbero essere evitati circa un terzo (32,4%) dei casi di cancro al seno ER/PR negativo e il 2,3% di tutti i casi di tumore alla mammella.

La nostra ricerca può aiutarci a fare luce su come i modelli alimentari possano influenzare il rischio di sviluppare il cancrospiega Piet A. van den Brandt, che ha diretto lo studio. Abbiamo trovato un forte legame tra la dieta mediterranea e la riduzione del rischio di cancro al seno ER/PR negativo tra le donne in post-menopausa, anche in una popolazione che non fa parte dell’area mediterranea. Questo tipo di tumore alla mammella di solito ha una prognosi peggiore degli altri tipi di cancro al seno”.

LEGGI anche: DIETA MEDITERRANEA: BENEFICI PROVATI, ESEMPI E VERSIONE DIMAGRANTE

Via libera, dunque, a una manciata di noci al giorno, pronte anche a fornirci importanti benefici al nostro cuore!

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook