Asma da fast food: il cibo spazzatura aumenta le allergie

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cibo spazzatura e asma, quale correlazione? Appare sempre più evidente come il nostro stato di salute e le nostre scelte alimentari siano strettamente collegate. Si tratta di un legame che nasce a partire dall’infanzia, con la formazione delle proprie abitudini riguardo al cibo. Secondo uno studio recente, il cibo da fast food è in grado di aumentare il rischio di asma in bambini ed adolescenti.

Evidentemente, non vi sono avvertimenti sufficienti riguardo ai rischi per la salute dovuti al cibo da fast food, se il consumo frequente di cibo spazzatura viene considerato normale da parte di molti genitori per quanto riguarda l’alimentazione di bambini ed adolescenti. Il consumo di hamburger e dei vari snack poco salutare non soltanto favorirebbe l’obesità, ma promuoverebbe un aumento del rischio di asma ed eczemi in bambini e giovanissimi.

È quanto emerso da uno studio condotto di recente da parte dei ricercatori della Auckland University, in Nuova Zelanda, nel quale sono stati coinvolti 319 mila giovanissimi di età compresa tra i 13 ed i 14 anni e 181 mila bambini di 6 e 7 anni. Fin dall’età scolare gran parte di loro segue abitudini alimentari scorrete, rivolgendosi al cibo spazzatura anche più di tre volte alla settimana.

Gli esperti hanno evidenziato come i responsabili dell’aumento del rischio di asma ed eczema in bambini ed adolescenti siano da ricercare nei grassi saturi presenti in maniera eccessiva nel cibo da fast food e nel cibo spazzatura in generale. I grassi saturi sono stati ritenuti in grado di diminuire la capacità difensiva del sistema immunitario in bambini e giovanissimi, esponendoli ad un maggior rischio di asma ed eczemi.

L’aumento del rischio di asma ed eczemi riguarderebbe in particolare quei bambini e giovanissimi che si ritrovano a consumare del cibo spazzatura almeno per tre volte alla settimana. L’incremento del rischio è stato stimato per il 39% negli adolescenti e per il 27% nel caso dei bambini ed è stato posto in relazione al consumo di alimenti da fast food e di cibo spazzatura eccessivamente ricco di grassi saturi.

Gli esperti non si sono limitati ad indicare il cibo spazzatura come un elemento in grado di contribuire ad incrementare il rischio d’asma nelle fasce più giovani della popolazione, ma si sono premurati di fornire una raccomandazione risolutiva in proposito. Per diminuire tale rischio dell’11% nei bambini e del 14% nei giovanissimi è sufficiente, a loro parere, consumare almeno tre porzioni di frutta e verdura alla settimana. Ecco una motivazione in più per i genitori riguardo all’importanza di abituare fin da piccoli i propri bambini ad un maggior consumo di frutta e verdura.

Marta Albè

LEGGI anche:

Junk Food: ecco come i cibi spazzatura fanno male anche al cervello

Junk food:il cibo spazzatura aumenta il rischio depressione

Junk Food: i 10 peggiori cibi da evitare nelle nostre diete

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook