Non comprate agrumi dalla Florida! Sono pieni di antibiotici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una spremuta di agrumi al sapore di antibiotici. L’amministrazione Trump ha approvato il livello massimo dell’ossitetraciclina antibiotica consentita negli agrumi. La decisione dell’Agenzia per la protezione ambientale apre quindi le porte a un uso diffuso del farmaco in California, in Florida e in altri Stati su colture come pompelmi, arance, limoni e mandarini.

Via libera a questo tipo di trattamenti su quasi mezzo milione di ettari di agrumi. Ancora una volta, Trump ignora il mondo scientifico sulle possibili ripercussioni sulla salute umana o la fauna selvatica in via d’estinzione. Ossitetraciclina è un antibiotico che ha un’attività antibatterica ad ampio spettro nella lotta contro alcune infezioni respiratorie come la polmonite.

“Questa soluzione agricola a breve termine è un precedente orribile che ignora le pericolose conseguenze a lungo termine dell’uso eccessivo di questi antibiotici. Più usiamo queste medicine in agricoltura, più è probabile che gli antibiotici perderanno la loro efficacia quando le persone si ammalano disperatamente”, spiega Nathan Donley, uno scienziato senior presso il Center for Biological Diversity.

L’amministrazione Trump adotterebbe questa misura contro il mal secco degli agrumi, ovvero un fungo che attacca solitamente limoni, cedri e bergamotti, senza però pensare che queste sostanze potrebbero aumentare il problema della resistenza agli antibiotici.

Il punto però è che ad oggi non è detto che spruzzare questi antibiotici sulle foglie potrebbe davvero salvarli dal mal secco, per questo c’è parecchia preoccupazione da parte degli scienziati dell’ dell’Agenzia federale per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti, soprattutto perché un’analisi Epa aveva già rilevato ‘un’incertezza riguardo al potenziale di sviluppo di resistenza o resistenza incrociata con altri antibiotici”.

Questi antibiotici sono già utilizzati in agricoltura, ma in misura molto ridotta, non di certo ai livelli massimi, ricordiamo che qui parliamo degli Stati Uniti, perché nell’Unione europea è vietato l’uso dell’ossitetraciclina e della streptomicina per l’uso come pesticidi sulle piante agricole.

“Questi antibiotici vengono utilizzati di più sugli alberi da frutto che per curare le malattie negli esseri umani. La malattia degli agrumi è un problema serio, ma l’uso di antibiotici importanti con efficacia limitata non è la soluzione”,continua Donley.

Gli antibiotici come l’ossitetraciclina e la streptomicina hanno trasformato la medicina umana e veterinaria, rendendo le infezioni e le malattie una volta letali, curabili. Per più di 10 anni l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto questi farmaci come “molto importanti”, ma l’abuso e l’uso eccessivo di antibiotici ha portato alla diffusione di batteri resistenti, innescando preoccupazione internazionale.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook