olio oliva sazieta'

Olio d'oliva (ancora meglio se extravergine), ecco il migliore condimento da scegliere anche per mantenere la linea e per favorire il senso di sazietà. Che l'olio extravergine d'oliva rappresentasse un alimento davvero prezioso era ormai fuori di dubbio, ma fino a questo momento i suoi effetti sulle nostre abitudini alimentari non erano ancora stati oggetto di sudi approfonditi da parte della scienza.

L'olio d'oliva nasconderebbe in segreto nel proprio odore intenso ed inconfondibile. Alcune molecole aromatiche in esso contenute sarebbero infatti in grado di stimolare il senso di sazietà. L'azione benefica dell'olio d'oliva non si limiterebbe all'olfatto, ma sarebbe in grado di prolungarsi nel corso della digestione degli alimenti.

Le molecole aromatiche contenute nell'olio d'oliva sono infatti state giudicate in grado di rallentare l'assorbimento degli zuccheri da parte del fegato, agendo nel contempo sui livelli della glicemia, ritardandone l'abbassamento. La nuova ricerca che pone al centro dell'attenzione della scienza l'olio d'oliva è stata condotta da parte degli esperti della Technische Universität di Monaco di Baviera e dall'Università di Vienna.

La sostanza specifica presente nell'olio d'oliva e giudicata in grado di stimolare il senso di sazietà prende il nome di esenale. Tale sostanza è stata somministrata a gruppi di volontari unitamente ad altri alimenti. Coloro che avevano assunto esenale durante gli esperimenti effettuati, si sono dichiarati più sazi rispetto al gruppo di controllo. Lo stratagemma dell'aggiunta dell'aromatizzante agli alimenti somministrati ai volontari ha permesso di limitare il numero di calorie introdotte giornalmente tramite l'alimentazione.

Sia l'esenale che altre sostanze aromatiche contenute nell'olio d'oliva sono state giudicate da parte degli esperti come in grado sia di stimolare il senso di sazietà, sia di rallentare l'assorbimento degli zuccheri nel sangue, in modo tale che lo stesso abbassamento della glicemia avvenisse in maniera meno rapida.

Quando la glicemia si abbassa velocemente, lo stimolo della fame si ripresenta in maniera altrettanto rapida. Secondo quanto dichiarato dagli esperti, la ricerca conferma come l'aroma presente nell'olio d'oliva possa agire regolando il senso di sazietà e di fame. Esso potrebbe venire impiegato, a loro parere, per la realizzazione di prodotti a basso contenuto calorico, che possano risultare comunque sazianti. Per chi segue un'alimentazione naturale, il più possibile priva di prodotti confezionati e industriali, si tratta di un'ulteriore conferma di come l'olio d'oliva possa essere considerato come un condimento benefico, adatto per mantenersi in forma ed in salute.

Marta Albè

LEGGI anche:

23 usi alternativi dell'olio di oliva

L'olio di oliva combatte il diabete e protegge il fegato

Olio extravergine di oliva: ecco perché diffidare dalle offerte low-cost

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram