dieta-mediterranea-sesso

La dieta mediterranea non è solo un elisir di lunga vita, ma anche un afrodisiaco naturale, che aiuta a migliorare e a mantenere vive nel tempo le prestazioni sessuali. Grazie ai suoi effetti antiossidanti, che contribuiscono a ridurre i rischi di malattie tumorali e cardiocircolatorie, la cucina mediterranea concorre anche ad una buona vita sessuale.

A rivelarlo sono stati alcuni esperti intervenuti all’ultimo Convegno di Medicina della Riproduzione, ad Abano Terme, dove Katherine Esposito dell'Università di Napoli ha evidenziato che i cibi tipici della dieta mediterranea, favorendo il benessere generale, possono “concorrere a una buona vita sessuale: le proprietà antiossidanti dei cibi hanno effetti benefici sulla salute delle arterie e, quindi, sulle prestazioni sessuali”.
Non a caso, uno studio americano di qualche mese fa, condotto dall'Harvard School of Public Health e dall’Università di Murcia, pubblicato dal quotidiano inglese “The Independent”, aveva già messo in evidenza la correlazione tra la dieta mediterranea e la fertilità maschile, affermando che gli uomini che seguono un regime alimentare sano ed equilibrato hanno l’11% in più di possibilità di diventare papà.

Questa dieta - ha aggiunto la professoressa Esposito - è caratterizzata da un modello nutrizionale rimasto costante nel tempo, costituito principalmente da olio di oliva, cereali, frutta fresca, verdure, pesce, latticini, carne, e molti condimenti e spezie, accompagnati da vino o infusi”. Cibi riconosciuto come essenziali per una vita lunga e sana: come abbiamo ribadito più volte infatti, la dieta mediterranea è ormai raccomandata dai medici di tutto i mondo per le sue virtù antiossidanti e antitumorali, che aiutano a vivere più a lungo e in salute.

Attualmente - ha spiegato Esposito – l’Italia è al decimo posto nella graduatoria dell’aspettativa di vita alla nascita (ovvero 81,77 anni). Un’analisi ha valutato i dati di oltre un milione e mezzo di persone in vari Paesi del mondo seguite fino a un massimo di 18 anni: coloro che aderivano in maniera più corretta a un’ alimentazione basata sui principi della dieta mediterranea – ha continuato la dottoressa - presentavano una riduzione significativa della mortalità generale e di quella dovuta a cancro e malattie cardiovascolari nella misura del 10%”.

D’altro canto – hanno sottolineato gli esperti – esistono una serie di pericoli spesso sottovalutati, come additivi alimentari, coloranti e composti chimici comunemente presenti nei dentifrici, saponi, detersivi, deodoranti, ammorbidenti, ma anche yogurt e cibi in scatola, che – se assunti in dosi massicce - possono portare a patologie ed allergie più o meno gravi, come asma, disturbi gastrici e squilibri al sistema ormonale.

Qualche esempio?
Il colore acceso dei gamberetti - ha evidenziato l'andrologo Andrea Lenzi, de La Sapienza di Roma - è un colorante chimico. L'insalata in buste rappresenta un rischio per la confezione in plastica contenente sostanze rilasciate gradualmente sull’alimento e per cui è stata dimostrata una possibile azione anti-androgenica”.

Ancora una volta quindi, per ridurre il rischio di possibili effetti collaterali, è auspicabile consumare prodotti freschi e biologici, con pochi ingredienti, e seguire i principi dalla dieta mediterranea. Un modo per vivere più a lungo, in salute e migliorare anche la vita di coppia!

Verdiana Amorosi

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog