dieta_mediterranea_nestl

Gli italiani sono grandi fan della dieta mediterranea? Niente affatto! Ad una anno dalla sua inclusione nel patrimonio dell’Unesco, per le sue virtù sulla salute, la dieta mediterranea, nel nostro Paese, è ancora semisconosciuta e a seguire i suoi principi sono poco più del 50% degli italiani. L’altra metà continua ancora a far scarseggiare frutta, verdura e legumi sulla propria tavola, sostituendo questi cibi sani e virtuosi con pasti veloci consumati fuori casa o davanti alla televisione.

A rivelare questa triste realtà sono i risultati ottenuti da uno studio effettuato dall’Osservatorio Adi-Nestlé, presentati durante il XIV Corso nazionale dell'Associazione di dietetica e nutrizione clinica in corso a Roma, dove emerge che solo il 56% degli italiani rispetta i principi alla base della tradizione alimentare nostrana, a fronte del 93% degli intervistati che riconosce l'importanza di una dieta sana ed equilibrata. Il 71% non consuma legumi da due a quattro volte la settimana, frutta (41%) e verdura tutti i giorni (54%).

Tra le buone abitudini che sembrano essersi perse, il consumo di cinque pasti quotidiani, appannaggio solo del 16% della popolazione – ha detto rileva Giuseppe Fatati, presidente della Fondazione Adi e coordinatore scientifico dell'Osservatorio. In realtà – come conferma il professore – saltare la pausa snack a metà mattinata e metà pomeriggio non è un modo per perdere peso, anzi: “Proprio la corretta frequenza nei pasti permettere di metabolizzare ciò che ingeriamo”.

Ma a peggiorare il rapporto tra gli italiani e il cibo sono anche i tempi e i modi di mangiare. In passato, ritrovarsi tutti intorno ad un tavolo per il pranzo o la cena era un rituale irrinunciabile; oggi non si fa più neanche quando si potrebbe: ben sei persone su dieci hanno dichiarato di mangiare davanti allo schermo almeno due volte alla settimana, mentre il 30% delle persone siede a tavola davanti alla tv tutti i giorni.

Insomma, vista la loro cultura e la tradizione mediterranea che li contraddistingue, gli italiani a tavola non sono proprio il massimo. Forse varrebbe la pena concedersi qualche pausa dalla routine quotidiana e mangiare sano, anche perché le malattie derivanti da stress e cattiva alimentazione sono sempre in agguato!

Verdiana Amorosi

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram