mozzarelle_blu

Ricordate le mozzarelle blu provenienti dalla Germania, di cui abbiamo parlato a lungo l’estate scorsa? Bene, pare che il fenomeno non sia così isolato e che una parte dei latticini incriminati provengano anche da diverse aziende italiane.

Insomma, si è parlato tanto della cattiva qualità dei formaggi tedeschi, di etichetta di origine, ma pochi hanno prestato attenzione alla qualità di quelli italiani.

Tra i pochi, ricordiamo il procuratore Raffaele Guariniello, che l’estate scorsa si attivò con un’inchiesta e una lettera di sollecito al ministero della Salute per far effettuare dei controlli e capire se anche tra i prodotti italiani ci fosse il rischio di mozzarelle blu.

Oggi sono arrivati i risultati di quattro professori universitari, che hanno evidenziato un inaspettato quanto triste referto: su più di un migliaio di mozzarelle analizzate, la percentuale di positività a batteri come lo pseudomonas fluorensces (responsabile della colorazione delle mozzarelle blu ) è pari al 67%.
Insomma, 2 mozzarelle su 3 sono contaminate dal batterio e pericolose per la salute dell’uomo. Quasi tutti i latticini analizzati infatti, sono state prodotti con acque di pozzo (invece che con acqua pulita e conforme alla legge) e oltre allo pseudomonas fluorescens sono stati trovati anche il bacillus cereus, enterobatteri, Escherichia Coli, la salmonella e il pericoloso stafiloccocus aureus.

Ma il dato forse più allarmante riguarda le ASL, assolutamente incapaci (o talmente inattive da non scoprire cose così gravi) di effettuare le analisi necessarie per appurare situazioni di questo tipo.
Tutto questo è stato scritto nero su bianco dal magistrato, che ha trasmesso il suo resoconto direttamente al ministero della Salute.

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram