fibre

Almeno 25-29 grammi di fibra al giorno aiutano a contrastare diabete, infarto e cancro

Conferiscono un certo senso di sazietà e garantiscono il corretto funzionamento dell’intestino, le fibre alimentari e i cereali integrali sono una vera manna dal cielo se si considerano tutti gli effetti benefici che apportano. Non ultimo, il minor rischio di sviluppare malattie come diabete, cancro, infarto e ictus consumando anche meno di 30 grammi al giorno di fibre.

A dirlo sono gli studiosi dell’Università di Otago, in Nuova Zelanda, che in un nuovo studio precisano che si dovrebbero implementare le raccomandazioni per aumentare l’apporto di fibre alimentari e sostituire i cereali raffinati con cereali integrali per apportare benefici alla salute umana.

I ricercatori neozelandesi, nella ricerca commissionata dall’Organizzazione mondiale della sanità e coordinata da Jim Mann, hanno infatti scoperto che la sana abitudine alimentare di consumare una certa quantità giornaliera di fibre si associa a minor rischio di sviluppare le cosiddette malattie non trasmissibili.

Lo studio ha riguardato una meta-analisi multipla, ossia una revisione di 185 studi per un totale di 135 milioni di persone e 58 trial clinici e 4.635 adulti partecipanti. I ricercatori si sono concentrati sui decessi prematuri e l'incidenza di infarto, ictus e altre malattie cardiovascolari, l'incidenza del diabete di tipo 2 e di diversi tumori associati con obesità, come quello al colon-retto, all'esofago e alla prostata.

Quel che è emerso è che ogni 8 grammi in più di fibre consumate quotidianamente si associa una riduzione di incidenza e mortalità per malattie quali infarto, diabete, cancro del colon pari al 5-27%. E aumenterebbe anche la protezione anche da ictus e cancro al seno. Secondo i calcoli, la quantità giusta si aggira intorno ai 25/29 grammi di fibra al giorno per amplificarne gli effetti protettivi.

Dai risultati è inoltre emerso che ogni 15 grammi in più al giorno di cereali integrali i decessi e l'incidenza di infarto, cancro del colon e diabete diminuiscono del 2-19%.

Una alimentazione sana, quindi, e via libera a frutta, verdura, legumi e cereali integrali, da preferire senza dubbio agli integratori di fibra venduti in farmacia.

Dove si trovano le fibre? Ecco 7 alimenti sorprendentemente ricchi di fibre

E se soffrite di una carenza di fibre, ecco i segnali a cui fare attenzione

Leggi anche

Germana Carillo

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
BIOFACH
banner calendario
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram