Fino a 25 tazzine di caffè non fanno male al cuore. Lo dice un nuovo studio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Arriva da Londra un nuovo studio sul caffè destinato a far discutere. Secondo i ricercatori, infatti, anche 25 tazze di questa bevanda al giorno sarebbero innocue per la salute del sistema cardiovascolare.

Gli amanti del caffè gioiranno nel sapere che, praticamente, possono bere quante tazze vogliono ogni giorno, almeno se fanno riferimento ad un recente studio della Queen Mary University di Londra. Questa ricerca sembra aver scoperto che è possibile bere fino a 25 tazze di caffè al giorno senza ripercussioni per il cuore.

Precedenti studi suggerivano che questa bevanda può dare problemi alle arterie e aumentare la probabilità di infarto o ictus. La nuova ricerca, presentata durante una conferenza a Manchester, confuta però i risultati ottenuti fino ad oggi.

Il campione preso ad esame è stato di 8.412 partecipanti, divisi in tre gruppi:

  • Il primo beveva meno di una tazza di caffè al giorno
  • Il secondo beveva da una a tre tazze di caffè al giorno
  • Il terzo ha consumato più di tre tazze, in media cinque, ma alcuni hanno bevuto addirittura 25 tazze al giorno!

Tenendo in considerazione età, peso e se erano o meno fumatori, i partecipanti sono stati poi sottoposti a risonanza magnetica cardiaca (MRI) e ad altre analisi utili a stabilire il benessere del sistema cardiovascolare.

Il risultato è sicuramente interessante anche se probabilmente discutibile (o quanto meno da approfondire): il caffè non è così dannoso per il sistema cardiovascolare come prima si pensava. Anche chi consuma dosi molto elevate di caffè, infatti, non ha maggiori probabilità di avere problemi alle arterie rispetto a chi invece lo beve con moderazione.

Sostanzialmente, secondo questo studio, bere fino a 25 caffè al giorno non è una scelta peggiore per la salute del cuore che berne meno di una tazza al giorno.

Visto il luogo in cui si è svolta la ricerca, difficilmente crediamo possa essersi trattato di caffè espresso ma, in ogni caso, vi consigliamo di non esagerare con il consumo di questa bevanda.

Infatti, anche se fosse confermata la totale sicurezza per il cuore (pure ad alte dosi), rimane comunque stimolante e potenzialmente dannosa, soprattutto per le persone più sensibili alla caffeina.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook