concentrazione-cibi

Memoria e concentrazione. Due funzioni molto importanti del nostro cervello di cui abbiamo bisogno per lavorare ma anche per gestire al meglio la quotidianità. Alcuni cibi ci vengono in aiuto per potenziarle. 

Vi abbiamo parlato di trucchi e rimedi per stimolare la concentrazione e di alcune soluzioni naturali come ginseng e guaranà che possono aiutarci, tra le altre cose, a favorire funzioni cognitive e memoria.

Potete però rendere il vostro cervello ancora più attivo sostenendolo con una giusta alimentazione, ecco allora quali cibi inserire più spesso:

Cioccolato fondente

cioccolato fondente 

Il cioccolato fondente ha doti antiossidanti e contiene sostanze naturali dal potere stimolante che possono migliorare il grado di attenzione. Non bisogna però esagerare, basta un quadretto o due al giorno. 

Frutta secca e semi

La frutta secca è ricca in acidi grassi essenziali particolarmente benefici per le funzioni cerebrali mentre i semi sono ricchi di vitamina E dal potere antiossidante, l’assunzione di queste sostanze è collegata ad un minor rischio di declino cognitivo con l’avanzare dell’età. Risultano quindi alimenti particolarmente benefici anche quando si è ancora giovani per mantenere sano e attivo il cervello.

Avocado

Inserire più spesso l’avocado nella nostra dieta, grazie alla presenza di grassi buoni all’interno di questo frutto, aiuta a non accumulare colesterolo e a ridurre il rischio di malattie cardiache. Tutta la circolazione sanguigna migliorerà e di conseguenza anche il cervello ne beneficerà.

Mirtilli

mirtilli

I mirtilli, preziosi frutti ricchi di antiossidanti possono aiutare a proteggere il cervello dai danni causati dai radicali liberi e ridurre gli effetti di condizioni legate all'età come la malattia di Alzheimer o la demenza.

Pesce

Il pesce, in particolare alcune tipologie, è ricco di Omega 3 fondamentali per la buona salute del cervello. Esistono però anche tanti altri alimenti di origine vegetale ricchi di Omega 3, quindi anche se non si consumano proteine animali si possono trovare delle ottime alternative per assicurarsi il fabbisogno di questi grassi buoni.

Broccoli

I broccoli sono ortaggi ricchi in vitamina C e acido folico ma anche di vitamina K e colina. Tutte queste sostanze influiscono positivamente sulla memoria e sul grado di attenzione e concentrazione. I broccoli potrebbero essere addirittura d'aiuto per prevenire l'Alzheimer.

Curcuma

curcuma

Una ricerca di qualche anno fa ha notato come l’assunzione di curcuma nella dose di 1 grammo al giorno sia benefica per la memoria. Aggiungere regolarmente questa spezia alla colazione quotidiana potrebbe ridurre il decadimento cognitivo nelle persone anziane ma ovviamente anche se si è giovani si può godere di benefici offerti dalla "regina delle spezie".

Germe di grano e cereali integrali

Il germe di grano ma anche i cereali integrali contengono vitamina B6 e folati molto utili per le funzioni intellettuali. Inserirli più spesso nella nostra dieta ci consente di mantenere viva la concentrazione.

Frutta e verdura di stagione

Frutta e verdura fresche e di stagione sono sempre alimenti sani e consigliati anche in caso si voglia tenere alto il grado di concentrazione e di memoria. Ortaggi e frutta, infatti, sono ricchi in sali minerali, vitamine e antiossidanti che combattono l’azione dei radicali liberi e dunque l’invecchiamento cellulare (anche del cervello).

Caffè

Il caffè l’abbiamo messo in ultima posizione in quanto se da una parte aiuta la concentrazione sul momento in realtà il suo effetto è temporaneo e alcune persone più sensibili alla caffeina potrebbero avere come svantaggio quello di trovarsi alle prese con effetti collaterali fastidiosi come agitazione e tachicardia.

Per approfondire l'argomento leggi anche:

Altri consigli utili

Oltre ad inserire più spesso i cibi indicati potete utilizzare anche altri escamotage di tipo alimentare, ma non solo, per aumentare il vostro grado di concentrazione e la memoria. Ricordatevi ad esempio di fare sempre colazione (senza esagerare per evitare di appesantirsi troppo), di aggiungere 2 spuntini (uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio) per evitare crolli della glicemia e successiva stanchezza ma anche di mangiare in maniera sana in generale.

Renderanno il vostro cervello più reattivo anche riposare di notte le giuste ore, bere a sufficienza, fare esercizi per affinare il pensiero ed esercitare la memoria ma anche meditare e rilassarsi.

Francesca Biagioli

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog