Studenti ferro

Dieta per gli studenti: se volete che i vostri figli abbiano dei buoni voti a scuola a tavola dovete mettere verdure a foglia verde, legumi, cereali, frutta secca, alghe e cacao.

Il segreto sta nel ferro, che avrebbe il potere di migliorare proprio il rendimento scolastico degli studenti. A sostenerlo è uno studio pubblicato sulla rivista The Journal of Nutrition dai ricercatori statunitensi della Pennsylvania State University di University Park e della University of Nebraska di Lincoln, secondo cui chi è più allenato, infatti, tenderebbe ad avere i voti migliori a scuola.

LEGGI anchePIÙ VIDEOGIOCHI, MENO SOCIAL NETWORK: COME MIGLIORARE IL RENDIMENTO SCOLASTICO DEI RAGAZZI

L’attività fisica, in pratica, unita a un buon apporto di ferro, influenzerebbe molto la capacità di ottenere buoni voti.

LO STUDIO – L’indagine ha riguardato 105 studentesse universitarie tra 18 e 35 anni. In particolare, gli autori hanno cercato un legame tra il loro rendimento scolastico – misurato attraverso il punteggio Gpa (“grade point average”, come spiegano gli autori dello studio) che rappresenta la “media dei voti dello studente” -, la frequenza con cui praticavano uno sport e i livelli di ferro presenti nel loro sangue.

Risultato è che le partecipanti che avevano livelli più elevati di ferro avevano la media di voti più alta a scuola. In più, coloro che erano più in forma e avevano livelli di ferro nella norma avevano una media superiore di 0,34 punti rispetto alle partecipanti meno allenate, che mostravano carenze di ferro.

LEGGI anche: MATURITA’ 2016: I CIBI PROMOSSI E QUELLI BOCCIATI

Ferro in primis, quindi, che sarebbe l’unico minerale indispensabile per la sintesi dell’ emoglobina, proteina che trasporta l'ossigeno alle cellule. Per questo, se eccessivamente carente, si avverte una sensazione di spossatezza che può portare a uno scarso rendimento scolastico (gli altri sintomi di carenza di ferro sono: difficoltà respiratorie, pallore, problemi digestivi, accelerazione immotivata del battito cardiaco, sensazione di freddo a livello delle mani e dei piedi, mal di testa ed irritabilità). Quanto riguarda lo sport, è chiaro che essere in buona forma fisica influenza positivamente la salute in generale e le stesse attività cognitive.

Il ferro, quindi, pare essere la risposta giusta. E se proprio la carne non la mangiate, niente paura: ecco qui 12 fonti di ferro per i vegani e qui i rimedi naturali contro l’anemia

Germana Carillo

 

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram