forno microonde

Il forno a microonde è indubbiamente comodo ma anche sicuro e sano? Su questo ci sono diversi dubbi, adesso una nuova ricerca ha evidenziato come in particolare alcuni alimenti non andrebbero mai scaldati nel microonde.

Gli esperti della Food Standards Agency e lo European Food Information Council hanno effettuato uno studio in cui sono stati analizzati gli effetti delle microonde rilasciate da questo tipo di forno sulla composizione di alcuni cibi. Si è visto così che in alcuni casi la struttura degli alimenti sottoposti a riscaldamento viene alterata a tal punto da generare possibili ripercussioni sulla digeribilità dei cibi, cambiare i loro valori nutrizionali ma anche far rilasciare sostanze pericolose per la salute.

Leggi anche: frecciaMICROONDE: 10 MOTIVI PER UTILIZZARLO IL MENO POSSIBILE

In particolare gli esperti segnalano 5 alimenti che non andrebbero mai scaldati nel microonde:

1) SPINACI E ALTRE VERDURE A FOGLIA VERDE

spinaci

A seconda di dove si coltivano, gli spinaci e altre verdure a foglia verde possono contenere alte concentrazioni di nitrati, sostanze che di per sé sono innocue. Il problema però è che con l’utilizzo del microonde esiste la possibilità che queste sostanze mutino in nitrosammine, considerate cancerogene.

2) PATATE

patate

Una volta cotte le patate, se vengono fatte raffreddare a temperatura ambiente e poi conservate in posto non refrigerato, si possono creare le giuste condizioni affinché cresca il Clostridium botulinum. Riscaldare al microonde ovviamente non basta per debellare i rischi che porta questo microorganismo alla nostra salute.

3) RISO

riso

Nel caso in cui del riso avanzato sia stato lasciato fuori dal frigorifero potrebbe essere stato soggetto alla prolificazione di batteri che provocano disturbi gastrointestinali. Per renderli inefficaci il forno a microonde non è sufficiente, anche perché questi microrganismi rilasciano delle sostanze difficili da eliminare.

4) FUNGHI

funghi

Anche i funghi, sostengono gli esperti, se non sono conservati in modo appropriato, possono deteriorarsi rapidamente e causare mal di stomaco dopo il riscaldamento con il forno a microonde.

5) POLLO

pollo

La carne di pollo è facilmente soggetta a contaminazioni batteriche, ad esempio la Salmonella. Come fare ad essere sicuri di eliminare i microrganismi? È essenziale utilizzare una tipologia di calore non solo molto forte ma che sia anche uniforme. Non è questo il caso del forno a microonde. Tra l’altro, gli studiosi sostengono che scaldare il pollo in questo forno fa sì che le proteine presenti nella carne bianca si scompongano in una maniera tale da poter comportare problemi di stomaco.

Tante quindi le variabili da tenere in considerazione nel momento in cui si utilizza un forno a microonde per riscaldare o cucinare. Considerando che nella maggior parte dei casi non siamo molto esperti in merito alla sicurezza alimentare non sarebbe meglio utilizzare il più possibile i tradizionali metodi di riscaldamento e cottura dei cibi?

Francesca Biagioli

Leggi anche:

frecciaPOP-CORN: QUELLI COTTI AL MICROONDE FANNO MALE ALLA SALUTE

frecciaIL FORNO A MICROONDE È PERICOLOSO?

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram