bambini alimentazione

Le buone abitudini alimentari si apprendono durante l'infanzia e influenzano i comportamenti che si avranno a tavola da adulti. I genitori, dunque, devono cercare il più possibile di seguire l'alimentazione dei figli da vicino, cercando di proteggerli dai numerosi messaggi pubblicitari che indicano snack, patatine e merendine come la merenda perfetta.

Varietà, moderazione ed equilibrio saranno il vostro mantra, insieme a frutta e verdura, compresi succhi, frullati e piatti preparati realizzando forme divertenti con questi ingredienti. Al centro prodotti freschi, di stagione e il più possibile preparati in casa. Ecco alcuni consigli utili per aiutare i bambini a mangiare sano.

1) Date il buon esempio

Non esiste una formula magica per risolvere i problemi dei bambini a tavola. Può succedere che non vogliano mangiare alcuni alimenti, ad esempio determinati tipi di verdura o di frutta. Cercate di dare il più possibile il buon esempio, facendo della frutta e della verdura parte preponderante dei pasti della giornata. Cercate di essere un buon modello da seguire. Se i bambini non vi vedranno mangiare cibo spazzatura, e se non lo acquisterete, sarà meno probabile che ve lo richiedano (almeno fino a quando saranno molto piccoli e non saranno influenzati da pubblicità e compagni di scuola).

2) Portate i bambini a fare la spesa

Portate i bambini con voi a fare la spesa soprattutto se avete l'occasione di visitare un'azienda agricola o un mercato contadino. In questo modo i bambini impareranno presto quali sono i cibi più sani e come fanno ad arrivare sulla tavola. Quando fate la spesa al supermercato, oltrepassate senza dare loro troppo peso gli scaffali dei vari cibi confezionati e andate diretti al reparto della frutta e della verdura. Fate in modo che i bambini possano scegliere assieme a voi i frutti e gli ortaggi che li attirano di più per forma, colore e profumo.

3) Siate flessibili

Siate flessibili e tente sempre bene a mente la moderazione. Cresciendo è probabile che i bambini abbiano più occasioni di mangiare biscotti industriali, merendine e altri cibi confezionati, soprattutto fuori casa o che ve li richiedono. Decidete voi in quali quantità possono consumarli e fate in modo che il resto dell'alimentazione sia il più possibile salutare, grazaie a alimenti freschi e piatti preparati in casa.

4) Rendete ogni pasto speciale

Come rendere speciali i pasti in famiglia e con i bambini? Cogliete innanzitutto il più possibile l'occasione di sedervi a tavola con tranquillità per godere con calma del cibo e di tutto il suo sapore. I figli vi seguiranno e faranno lo stesso. Impareranno a stare seduti a tavola fino alla fine del pasto. Siate creativi quando avete tempo e rendete ogni pasto speciale anche dal punto di vista visivo, dando tanta importanza alle forme e ai colori. Fate in modo che il momento di sedersi a tavola insieme non coincida con discussioni e litigi in famiglia. Non offrite porzioni troppo abbondanti ai bambini, in modo che si sentano a proprio agio e che riescano comunque a mangiare il gisuto. Se servirà, faranno il bis.

5) Apparecchiate insieme la tavola

Il momento del pranzo, o magari della cena, potrà trasformarsi in un bellissimo rituale. Fate in modo che i bambini possano aiutarvi ad apparecchiare la tavola come se fosse un gioco, con compiti diversi a seconda dell'età. Ad esempio i bambini più piccoli potrebbero aiutarvi a posizionare i tovaglioli sulla tavola, mentre per i più grandi ci saranno piatti e bicchieri.

6) Leggete bene le etichette

Se vi capita di acquistare dei cibi confezionati, anche dei semplici biscotti o dei crackers, al di là delle classiche merendine, leggete sempre bene gli ingredienti e cercate di evitare il più possibile i prodotti troppo raffinati, i cibi che contengono olio di palma, l'eccesso di zuccheri, la presenza di coloranti, conservanti, grassi idrogenati o altri ingredienti tipici delle preparazioni industriali. In caso di necessità, provate ad optare per prodotti confezionati bio.

7) Non usate il cibo come ricompensa

Il cibo deve essere soprattutto nutrimento e i pasti devono rappresentare un momento piacevole. Nello stesso tempo, il cibo non dovrebbe essere utilizzato come ricompensa o punizione. Se decideste di utilizzare una merendina come ricompensa o un piatto poco gradito al bambino da mangiare per forza come punizione anche una sola volta, rischiereste di creare dei "precedenti" dai quali potrebbe essere molto difficile prendere le distanze in futuro.

8) Siate creativi

Per inserire più frutta e verdura nei pasti dei bambini che sembrano non amare molto alcuni sapori o
consistenze, esistono alcuni trucchi ben noti alle mamme più esperte, ad esempio utilizzare le verdure per condire piatti prelibati come le pizze e le torte salate preparate in casa, preparare dei passati di verdura dove inserire anche gli ortaggi poco graditi ma pur sempre salutari, dando comunque un buon sapore complessivo al piatto con altri ingredienti, preparare gelati, frullati e macedonie colorate, ma anche torte salutari e non troppo zuccherate, con la frutta più dolce e gustosa.

9) Insegnate ai bambini a cucinare

I bambini di solito sono molto attratti dalle attività svolte dai genitori. A seconda della loro età potranno iniziare a darvi una mano a preparare i pasti in modo diverso. Potranno cucinare con voi divertendosi. Vi aiuteranno, ad esempio, a mescolare le insalate o gli impasti per le torte e a pesare gli ingredienti fin da piccoli, con compiti via via sempre più complessi.

10) Fate merenda con loro

Il momento della merenda può essere piuttosto critico. Alcuni bambini non hanno altro a disposizione che i soliti snack, mentre voi potrete preparare per i vostri figli qualcosa di molto diverso, ad esempio una macedonia di frutta, un frullato, pane con marmellata fatta in casa oppure con una crema dolce o salata da spalmare. Alcuni bambini non amano i dolci e preferiscono il salato. Potreste pensare, ad esempio, a dei grissini con i semi di girasole, al pane alle olive, a focacce e pizzette preparate in casa. Se non avete tempo di preparare la merenda, cercate di fare il più possibile scelte salutari per il resto dei pasti e spiegate le vostre esigenze a chi si prende cura dei bambini quando vi trovate al lavoro o comunque fuori casa.

Marta Albè

Leggi anche:

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram