Sai qual è il metodo perfetto per tagliare una torta rotonda? La risposta è…matematica!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A inizio Novecento, un matematico inglese mise a punto un sistema innovativo per tagliare una torta ed evitare che si secchi all'interno: ecco come fare

Una bella storia

Quando si tratta di tagliare una torta a una festa, le scuole di pensiero sono diverse: c’è chi propone di tagliarla prima a metà, poi in quattro spicchi e poi in otto; c’è chi preferisce tagliarla fetta per fetta in base al numero degli invitati, rischiando in questo modo di fare fette diverse l’una dall’altra; infine, c’è chi è abituato a isolare la parte centrale della torta prima di tagliare le fette.

In tutti i casi, c’è un inconveniente: la torta resta “aperta” e il panettone non ricoperto dalla glassa o dalla panna, esposto all’aria, si secca molto velocemente. Come fare per evitarlo? All’inizio del secolo scorso, più precisamente nel 1906, il matematico inglese Francis Galton provò a rispondere a questo interrogativo proponendo un metodo innovativo per tagliare una torta rotonda senza far seccare la parte interna all’aria.

La sua proposta per una conservazione ottimale della torta fu addirittura pubblicata sulla rivista scientifica Nature a pochi giorni dalle festività natalizie. L’articolo era corredato da una serie di immagini, realizzate dallo stesso Galton, che spiegavano come mettere in pratica la tecnica.

tagliare una torta

@Nature

Come si può vedere dalle immagini, il primo passo per tagliare correttamente una torta rotonda è quello di praticare due tagli fra loro paralleli proprio al centro del panettone, in modo da isolare una striscia di dolce – corrispondente a due fettine.

Dopo aver estratto le due fette appena tagliate, bisogna accostare le due metà del dolce, in modo che le parti tagliate combacino fra loro e non rimangano esposte all’aria, con il rischio di seccarsi. Addirittura, si potrebbe usare un nastrino per tenere le due parti in posizione se non dobbiamo tagliare altre fette.

Se invece abbiamo altre persone a cui dare la nostra torta, replichiamo la pratica facendo due tagli fra loro paralleli ma perpendicolari al taglio precedente e estraiamo altre due fettine. Continuiamo fino a che non avremo tagliato tutta la torta che ci serve sempre nello stesso modo.

Infine, chiudiamo la torta con un nastrino pulito: in questo modo la parte interna del dolce resterà morbida e non si seccherà, e noi potremo continuare a gustare la torta anche nei giorni successivi come se l’avessimo appena aperta.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Nature

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook