Illusione ottica: la prima cosa che vedi ti rivela chi sei

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Due alberi? Un viso inquietante? Due volti di profilo? La prima cosa che vedi nell'immagine ti rivela chi sei.

Guarda l’immagine, cosa cattura immediatamente la tua attenzione? L’illusione ottica nasconde diverse figure: due alberi, due volti umani di profilo e un viso inquietante.

Tu cosa hai visto per primo? La risposta potrebbe svelarti qualche curiosità sulla tua personalità. Come sempre ti ricordiamo che si tratta solo di un gioco e come tale va preso. 

Alberi

Hai notato immediatamente gli alberi? Significa che sei una persona saggia ed equilibrata, ma anche forte e coraggiosa. Sai dare ottimi consigli e affronti con positività qualunque sfida che ti si presenti. 

Due volti di profilo

Hai visto da subito i due volti di profilo? Sei una persona molto empatica e aperta nei confronti degli altri. Hai sempre una parola buona per gli amici, ma anche per i semplici conoscenti. Ti piace incoraggiare le persone, aiutarle, sostenerle nei momenti buoni e cattivi.

Volto con occhi inquietanti

Hai notato immediatamente il volto centrale contraddistinto da due occhi inquietanti? In questo caso sei una persona che sa andare oltre le apparenze. Difficile ingannarti! Sei astuto e molto intuitivo.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook