Comprare un albero di Natale vero è più difficile che mai (a causa della crisi climatica)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vero o finto? Ammesso abbiate optato per l’albero di Natale vero, quest’anno potreste essere in seria difficoltà a trovarlo. Almeno se abitate negli Stati Uniti, dove vi è una vera e propria carenza di un simile prodotto. La colpa? Dei cambiamenti climatici, ovvio

Questa è stata la terza estate più calda mai registrata per gli Stati Uniti e i principali produttori dell’Oregon e di Washington hanno sofferto di inondazioni e caldo. Ragion per cui negli efficientissimi States quest’anno sarà assai complicato acquistare alberi di Natale veri (a prezzi modici).

Milioni di americani, infatti, si sono riversati nelle fattorie e nei lotti dei rivenditori per scegliere l’abete dei loro gusti, ma sono rimasti a bocca asciutta. Il motivo? I prezzi stanno aumentando vertiginosamente in tutto il Paese dal momento che gli eventi estremi degli ultimi tempi hanno decisamente messo a dura prova anche gli alberi di Natale.

Gli alberi che abbiamo piantato in estate hanno subito un duro colpo perché le loro radici non erano cresciute abbastanza per affrontare quel caldo torrido che avevamo – spiega sui tabloid americani l’agricoltore e rivenditore di alberi di Natale Glenn Bustard.

Quel che è vero, insomma, è che la crisi climatica sta colpendo direttamente e indirettamente i coltivatori di alberi di Natale negli Stati Uniti. La siccità, prima nel 2012 e nel 2014 e poi quella del 2022, le inondazioni e le alluvioni hanno messo letteralmente in ginocchio le piantagioni, in particolare i giovani alberelli.

Queste condizioni estreme riducono il tasso di crescita del piccolo arbusto e non solo: le temperature medie estive e invernali più elevate stanno aumentando la mortalità degli alberi peggiorando la pressione delle malattie e dei parassiti, rendendo quindi gli alberi meno resistenti.

Ma gli agricoltori affermano che non è solo un anno di condizioni meteorologiche estreme a influire sulla produzione di alberi. Un albero di Natale impiega dagli 8 ai 12 anni per crescere.

Tutto bloccato dunque? Non ancora, ma quel che è vero è che in ogni caso un albero vero ora viene a costare uno sproposito.

L’affare del Natale

Un po’ di numeri: nel 2021, secondo l’American Christmas Tree Association, il Paese ha speso complessivamente 984 milioni di dollari per circa 21,6 milioni di “alberi delle vacanze”. Le quasi 15mila piantagioni di alberi di Natale danno lavoro a tempo pieno a circa 100mila persone. Quasi 350 milioni di alberi coprono attualmente circa 350mila acri.

Ma torniamo alla domanda di cui sopra: albero di Natale, vero o finto? Qual è il più sostenibile per il Pianeta? Leggete QUI tutti i nostri consigli.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: American Christmas Tree Association

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook