Torrone: come sceglierlo e quanto mangiarne per non ingrassare, secondo il nutrizionista

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il nutrizionista Pettirossi ci spiega quali ingredienti deve contenere il torrone e il quantitativo giusto da mangiare per non ingrassare

Sta per finire investito, la mamma lo salva

Sulle nostre tavole natalizie oltre a panettone e pandoro non può mancare il torrone, altro dolce tipico delle festività che esiste in diverse varianti. Ma quali ingredienti deve contenere e quale la giusta porzione da mangiarne se non vogliamo ingrassare? L’abbiamo chiesto al “nostro” nutrizionista.

Il Natale si avvicina sempre di più e sicuramente in questi giorni starete acquistando i dolci tipici delle feste. Vi abbiamo dato già alcuni consigli sulla scelta di panettoni e pandori, se ve li siete persi potete recuperarli leggendo i seguenti articoli:

Ma cosa manca all’appello? Indubbiamente il torrone. Abbiamo chiesto al nutrizionista Flavio Pettirossi qualche consiglio sull’acquisto di questo dolce natalizio, di svelarci quanto è calorico e quale sarebbe la giusta porzione da non superare se teniamo alla linea o comunque non vogliamo esagerare.

Ecco cosa ci ha detto:

Il torrone risulta essere un dolce molto calorico, ricco di zuccheri, grassi saturi e monoinsaturi, un pezzo da 100g infatti apporta circa 500kcal. Il torrone classico è anche il meno calorico, mi riferisco al torrone bianco con la mandorle ma ne esistono di tantissimi tipi e varianti ovvero con una copertura di cioccolato, farcitura ai liquori o rivestiti di una sottile sfoglia. Ovviamente queste varianti sono anche più caloriche, circa 600kcal. Nella scelta cerchiamo come sempre di prestare attenzione alla qualità con un’attenta lettura delle etichette. Infatti gli unici ingredienti presenti nel torrone dovrebbero essere albume d’uovo, miele, zucchero e frutta secca come mandorle, pistacchi, noci, nocciole. 

Evitiamo quindi quei torroni in cui eventualmente compaiono in etichetta ingredienti estranei alla ricetta base. 

In alternativa, potete provare anche a preparare voi stessi il torrone in diverse varianti seguendo le nostre ricette:

Ma quanto dovremmo mangiarne? Esiste una porzione “ideale” per non ingrassare?

Considerando che è un dolce natalizio che si mangia 2-3 volte in un anno è possibile concedersi anche le varianti ma senza esagerare con le quantità, circa 20-30g a fine pasto e non associato ad altri dolci. Ovviamente più frutta secca c’è e meglio è.

Chi dovrebbe evitarlo?

Purtroppo il torrone non è un dolce per tutti, infatti le persone con problemi di peso o diabetiche dovrebbero porre molta attenzione così come le persone allergiche alla frutta a guscio.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook