Questa è la migliore mozzarella di bufala da acquistare al supermercato, secondo un nuovo test francese

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La rivista francese 60 Millions de Consommateurs ha valutato il gusto, l'odore e la consistenza di 18 mozzarelle di latte vaccino o di bufala acquistate al supermercato. Ecco quali sono state considerate le migliori

Sul numero di luglio 2022 di 60 Millions de Consommateurs sono stati pubblicati i risultati di un nuovo test che ha messo alla prova 18 mozzarelle di latte vaccino o di bufala. Si tratta per lo più di referenze tipiche del mercato francese ma alcune marche (tipo Galbani) si trovano anche nei supermercati italiani.

La mozzarella è particolarmente apprezzata anche in Francia dove si utilizza, un po’ come nel nostro Paese, sia nelle preparazioni a caldo come pasta o pizza (visto il suo potere “filante”) sia così com’è in insalate e altri piatti freddi.

Visto il successo, al supermercato le mozzarelle si trovano in formati, peso e in due varianti: con latte vaccino o con latte di bufala, proposte da diverse marche, anche italiane.

Il test si è basato principalmente sull’assaggio dei campioni di mozzarella (12 con latte vaccino e 6 con latte di bufala) da parte di 10 giurati esperti che, in maniera anonima (ovvero senza sapere la marca che avevano di fronte) ne hanno valutato:

  • aspetto
  • odore
  • consistenza in bocca
  • gusto
  • compattezza
  • umidità
  • capacità di fondere
  • persistenza del gusto in bocca

Insomma, le mozzarelle sono state valutate sul piano della qualità dal punto di vista del consumatore che le apprezza in particolare per gusto, odore e consistenza ma non sono state effettuate indagini per capire se eventualmente presentavano tracce di sostanze controverse.

È stata però verificata la presenza di frodi sul latte utilizzato nelle mozzarelle di bufala, ma i test del DNA hanno confermato che tutti i prodotti erano realizzati al 100% con latte di bufala.

Il test ha considerato infine anche il Nutri-score di ogni prodotto. Si tratta di un’etichetta “a semaforo” già da tempo in uso in Francia che, con una scala cromatica e una alfabetica, indica il valore nutrizionale dei cibi. Un sistema che però è particolarmente svantaggioso per alcuni prodotti nostrani, tra cui proprio i formaggi Dop come alcune mozzarelle di bufala.

La classifica delle mozzarelle

In generale, in base ai parametri considerati dal test, le mozzarelle migliori sono quelle di bufala che ottengono tutte, indipendentemente dalla marca, un punteggio “buono”. Tra queste troviamo la mozzarella di bufala Zanetti DOP (15 punti), Galbani (14,5 punti) seguita dalla mozzarella di bufala Lovilio Dop di Lidl (13 punti).

mozzarella di bufala test

©60 Millions de Consommateurs

Tra le mozzarelle di latte vaccino nessun prodotto ottiene “buono”  ma sono considerate “accettabili” la mozzarella Ambrosi, la simply di Carrefour, la mozzarella Galbani e la Carrefour classic.

Le ultime due mozzarelle in classifica, comunque accettabili anche se con il punteggio più basso sono:

  • mozzarella Auchan
  • pâturage bio

Si tratta di una ©Riproduzione riservata soggetta alle regole di Copyright, come del resto tutti gli articoli presenti sulla nostra testata giornalistica. Ci fa piacere se può essere di ispirazione per i tuoi contenuti, ma in tal caso ti ricordiamo che va indicata e linkata la fonte.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte:  60 Millions de Consommateurs

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook