Questo è il miglior olio che puoi acquistare e l’unico promosso dal nuovo test tedesco

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo test tedesco sull'olio extravergine d'oliva mostra una certa contaminazione con oli minerali e che alcune referenze non soddisfano i criteri di qualità "extravergine". Solo un prodotto esce bene dalle analisi, si tratta dell'olio biologico Rapunzel

La ricetta del porridge senza cottura

La rivista Öko-Test ha messo a confronto 19 marche di olio extravergine di oliva vendute principalmente sul mercato tedesco.

Tra queste vi sono anche referenze italiane o comunque presenti nel nostro Paese. Tra i vari marchi presi a campione vi sono ad esempio De Cecco e Filippo Berio ma anche 9 prodotti biologici tra cui quello del marchio Rapunzel.

Il laboratorio incaricato dalla rivista ha esaminato tutti gli oli di oliva a caccia di contaminanti, come ad esempio gli oli minerali che possono entrare nei prodotti attraverso oli lubrificanti ma anche plastificanti, che possono essere rilasciati da tubi non idonei durante la produzione e l’imbottigliamento, e pesticidi.

Ogni olio è stato infine sottoposto ad analisi sensoriale, anche per stabilire se la classe di qualità “extravergine” fosse davvero tale.

Come sappiamo, precedenti test condotti in Italia hanno già “declassato” diversi oli extravergini a semplici “vergini”. Prodotti non certo pericolosi ma che comunque creano un danno ai consumatori, convinti di acquistare un olio di maggiore qualità che invece in alcuni casi non si è dimostrato all’altezza delle aspettative. Leggi anche: Olio d’oliva: un terzo non sono veri extravergine, tra i “declassati” Bertolli e Cirio

L’olio migliore

Solo un olio esce bene da questo test, ottenendo il massimo dei voti. Si tratta del Rapunzel ‎Olio extra vergine d’oliva Kreta P.G.I, l’unico che non contiene tracce di oli minerali.

Tutti gli altri oli, infatti, sono risultati contaminati da Mosh o Moah, sostanze controverse che possono accumularsi nel nostro organismo e di cui non si conoscono ancora tutti i possibili effetti. Come sempre, però, è tutto a norma di legge, dato che al momento non vi sono normative Ue che ne stabiliscono i limiti.

Gli esperti della rivista tedesca ricordano tra l’altro che l’olio extravergine d’oliva vincitore del test anche in passato era risultato la referenza migliore. Infatti, nel precedente test sull’olio d’oliva, condotto dalla stessa rivista 3 anni fa, l’olio Rapunzel era già stato valutato positivamente.

Difficile però trovare quest’olio nei supermercati italiani ma è possibile acquistarlo online.

 

olio rapunzel

@Oko-test

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Öko-Test

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook