Abbiamo assaggiato la crema spalmabile al cacao con legumi di Alce Nero

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La nuova crema spalmabile Alce Nero ha un sapore e una consistenza un po' particolari dato che tra gli ingredienti vi è non solo il cacao ma anche i fagioli rossi

Alce Nero ha da poco lanciato sul mercato un nuovo prodotto spalmabile, una crema al cacao realizzata con pochissimi ingredienti, tutti biologici. Scopriamo i valori nutrizionali e il sapore di questa crema a base di cacao e legumi che abbiamo assaggiato per voi.

Le creme spalmabili al cacao sul mercato sono moltissime ma quella di Alce Nero è un po’ particolare dato che è composta da soli 4 ingredienti tra cui i fagioli! Si tratta quindi di una crema al cacao e legumi dal sapore e dalla consistenza diversa dalle altre in commercio (la definiremmo “budinosa”).

Ciò è dovuto ovviamente alla cremosità che le conferiscono i fagioli rossi Kidney con cui è realizzata.

Ma scopriamo adesso ingredienti e valori nutrizionali di questo nuovo prodotto.

Ingredienti e valori nutrizionali

Questi gli ingredienti con cui è realizzata:

  • Acqua
  • fagioli rossi Kidney (23%)
  • zucchero di canna
  • cacao (5%)
valori nutrizionali crema alce nero

©Alce Nero

Come si può notare leggendo i valori nutrizionali, si tratta di una crema spalmabile a basso contenuto di grassi.

Dopo l’apertura, bisogna conservarla in frigorifero e consumarla entro 7 giorni. Dunque, vista la semplicità della sua composizione, non ha un tempo di conservazione lungo come quello di altre creme spalmabili.

Ma che sapore ha?

Innanzitutto, toglietevi dalla testa che vi sia una qualche somiglianza con la Nutella. Il sapore di questa crema spalmabile ha un leggero retrogusto di legumi e cacao e una dolcezza decisamente più contenuta rispetto a quella della maggior parte dei prodotti in commercio.

Un punto a favore per chi non vuole eccedere con gli zuccheri e ama sapori meno dolci, mentre per altri potrebbe essere difficile da apprezzare.

Considerando tutto questo, si può utilizzare spalmata su fette biscottate o gallette ma anche sul pane. Provate anche a preparare i dorayaki (utilizzandola al posto della confettura di fagioli azuki). Leggi anche: Dorayaki: la ricetta giapponese ispirata al capolavoro “Kiki – Consegne a domicilio” di Miyazaki 

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook