Cornetto vegano: è più sano di quello tradizionale? Ecco cosa contiene davvero

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Al bar siete soliti comprare il cornetto vegano convinti che sia più leggero e sano di quello tradizionale? Scoprendo tutti gli ingredienti con cui è realizzato siamo sicuri che vi ricrederete

Chi al bar acquista cornetti vegani può farlo per diversi motivi. Generalmente, o sono persone intolleranti al lattosio o hanno fatto una vera e propria scelta etica, quella di escludere dalla propria alimentazione le proteine animali.

Ma c’è anche chi, magari a dieta, è convinto che scegliere questo tipo di brioche sia una buona idea dal punto di vista nutrizionale, o meglio che vi siano vantaggi in quanto a leggerezza e salubrità del prodotto. Ma è proprio così?

Decisamente no, ma per scoprilo è necessario capire con che ingredienti vengono realizzati i cornetti vegani.

Che ingredienti contiene il cornetto vegano?

Vi riportiamo a titolo di esempio l’elenco di ingredienti di un cornetto vegano senza farcitura di un noto marchio che rifornisce anche i bar:

  • Farina di FRUMENTO,
  • margarina vegetale (olio vegetale (girasole), grasso vegetale (karitè), acqua, sale, emulsionante: E471;
  • succo di limone concentrato),
  • acqua,
  • zucchero,
  • farina di FRUMENTO integrale macinata a pietra 2%,
  • lievito di birra,
  • farina di teff 1%,
  • glutine di FRUMENTO,
  • lievito naturale (contiene FRUMENTO),
  • emulsionanti: E322 da girasole, E471, E472e
  • sale
  • crusca di FRUMENTO,
  • estratto di malto da ORZO
  • aroma naturale
  • agente di trattamento della farina: E300.

Se poi ci aggiungiamo ad esempio una farcitura all’albicocca, dovremmo considerare anche i seguenti ingredienti:

farcitura all’albicocca 11,5% (zucchero, purea di albicocca 40%, sciroppo di glucosio-fruttosio, gelificante: E440; acidificante: E330; succo di limone concentrato, aromi)

Ci sembra che il lungo elenco degli ingredienti parli già da solo, ma chi magari non è proprio pratico con la lettura delle etichette potrebbe non notare tutte le specifiche. Vi aiutiamo noi.

Per prima cosa c’è da considerare, appunto, la lista lunghissima di ingredienti (davvero troppi considerando che si tratta di un semplice cornetto), di cui molti nascosti dietro una sigla, soprattutto emulsionanti.

Ci sono poi aromi e grassi vegetali vari come margarina ma anche karitè, prodotti raffinati e ricchi di grassi saturi. (Leggi anche: Margarina senza grassi idrogenati: fa male lo stesso alla salute?

Inoltre, chi pensa di mangiare anche un cornetto integrale, facciamo notare come la farina di frumento integrale sia solo il 2% del prodotto, meno dello zucchero che è elencato per prima.

La farcitura inoltre, quando presente, contiene molti zuccheri oltre che altre sostanze industriali.

Insomma, come avrete capito, il cornetto vegano (se non fatto in casa o da una buona pasticceria che utilizza pochi e semplici ingredienti di qualità) non si può certo considerare un alimento sano o migliore di altre tipologie di cornetti.

Se lo scegliete solo perché pensate di puntare su prodotto più leggero e salutare, meglio optare per una buona colazione fatta in casa!

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook