Colombe: i prezzi variano molto da un supermercato ad un altro, ecco quali sono i prodotti più convenienti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Altroconsumo ha rilevato i prezzi delle marche più note di colombe che si trovano nei supermercati di Roma e Milano ma anche online, scoprendo di quanto possano variare in base a tipologia e punto vendita

Sta per finire investito, la mamma lo salva

In vista della Pasqua, la rivista Altroconsumo ha monitorato i prezzi delle colombe e delle uova di cioccolato di 45 marche, acquistate in 25 punti vendita di Roma e Milano e 6 shop online.

La variazione dei prezzi delle colombe può essere davvero notevole. Scrive Altroconsumo:

Alcune marche costano anche cinque volte di più di altre più convenienti. E prodotti identici possono arrivare a costare fino all’80% in più se si comprano in negozi più cari.

Tra l’altro, nel caso delle colombe, le grandi differenze di prezzo tra le varie marche non sono tanto giustificabili perché, come ricorda la rivista dei consumatori, proprio come avviene per i panettoni, anche le colombe sono soggette a un disciplinare che ha uno standard qualitativo minimo da rispettare.

Eppure, la differenza tra la colomba che costa meno e quella che costa di più è davvero spropositato:

Per una colomba classica da un chilo si spende da un minimo di 2,74 euro (Maina) a un massimo di quasi 17 euro (Tre Marie), con una differenza del 520% Costano più care le versioni speciali, cioè quelle con ricette particolari o ripiene di creme: qui il prezzo minimo al chilo sfiora i 4 euro (Balocco senza canditi) e quello massimo quasi 24 euro (Tre Marie colomba “noir”, che costa a pezzo quasi 19 euro ma ha un formato ridotto di 800 grammi), con una differenza del 492%.

colomba differenza prezzi altroconsumo

©Altroconsumo

Quali sono le colombe più convenienti?  Quelle dei marchi commerciali, firmate dalla grande distribuzione. Ma scegliendo bene il punto vendita in cui acquistare (ad esempio approfittando delle offerte) si possono pagare a buon prezzo anche marchi noti come Maina e Motta.

Come nel caso delle uova di Pasqua, anche per le colombe lo scarto tra il prezzo minimo e massimo di uno stesso prodotto può arrivare ad essere oltre l’80%. Qualche esempio? La colomba Maina che costa da un minimo di 2,74 euro ad un massimo di 4,95 euro (differenza tra minimo e massimo 81%) e quella Motta dove la differenza è ancora più marcata (da 3,49 euro a 6,50 euro, 86%).

 

colomba classica infografica

©Altroconsumo

Per le colombe con ricette speciali, segnaliamo la Cuore d’oro senza canditi di Balocco che costa da 3,99 euro a 6,55 euro, con una differenza del 64%.

colomba ricette speciali infografica

©Altroconsumo

Altroconsumo ha anche confrontato il costo delle odierne colombe con i prezzi rilevati nel 2013. Da questo emerge che i prezzi medi delle colombe sono saliti in questi anni del 40%, ma è sceso del 10% il prezzo minimo rilevato.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Altroconsumo

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook