Nessuno lucida più le scarpe in pelle, ritirato dal mercato inglese lo storico marchio Kiwi: colpa dello smartworking e delle sneakers

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un'istituzione nel settore dei prodotti per le scarpe nata più di un secolo fa e destinata a estinguersi, almeno nel Regno Unito: colpa dei tempi che cambiano e delle nuove abitudini dei consumatori

Il lucido da scarpe è uno di quegli accessori eternamente presenti nell’armadio dei nostri papà o dei nostri nonni, ma sempre meno diffusi nelle case moderne. Sneakers, scarpe in tessuto che si lavano in lavatrice e, soprattutto, la mancanza di tempo nel portare avanti un vero e proprio rito con lentezza e gesti sempre uguali: il rito di lucidarsi le scarpe.

Ecco perché Kiwi, uno dei brand più importanti al mondo nella produzione e nella vendita di prodotti per la cura delle scarpe ha deciso di ritirare dal mercato il suo famosissimo lucido da scarpe – almeno nel Regno Unito. Il brand ha confermato che la vendita del prodotto continuerà negli altri Paesi (e, ovviamente, anche online).

Una svolta epica, un segno dei tempi che cambiano e delle nuove abitudini dei consumatori. L’azienda era stata fondata nel 1906 a Melbourne (come suggeriscono il nome e il logo, che fanno riferimento al piccolo uccello simbolo dell’Australia) e, attualmente, produce oltre il 50% del lucido da scarpe del mondo, esportando in più di 180 Paesi.

kiwi care

Ecco lo storico vasetto di lucido da scarpe, ormai in via di estinzione – almeno nel Regno Unito (@Kiwi Care)

 

I cambiamenti nei modelli di lavoro “agile” e a distanza, nati durante la pandemia da Covid-19 e impostisi come nuova realtà, ma anche l’aumento della vendita di calzature più casual come le scarpe da ginnastica, che necessitano di meno cure e attenzione, sono alla base del cambio di rotta e della diminuzione dell’acquisto di lucido da scarpe.

La diminuzione delle vendite, spiegano dall’azienda, aveva già iniziato a farsi sentire prima della pandemia, con una sempre minore diffusione delle scarpe eleganti a vantaggio delle sneakers – sempre più usate nel Regno Unito anche in ufficio, sotto il completo elegante. Ovviamente, il lockdown ha assestato il colpo di grazia a questo settore.

Ma questo oltre il canale della Manica, dove la vendita di lucido Kiwi cesserà a breve, ma non in altri Paesi del mondo, dove la moda ancora impone l’utilizzo di un certo tipo di calzature (almeno nei contesti formali) e, di conseguenza, la necessità di prodotti specifici per la loro manutenzione.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: The Indipendent

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook