I 6 frutti più strani del mondo che sembrano arrivare da un altro pianeta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se pensavi di conoscere tutta la frutta del mondo, allora dovrai ripensarci dopo aver scoperto questi 5 frutti dall'aspetto alieno.

Libera Terra

Se pensavi di conoscere tutti i frutti del mondo, eccotene 5 che ti sorprenderanno per un aspetto stranissimo, che ti farà pensare siano usciti da un film sci-fi o che vengano direttamente da un altro pianeta.

La frutta è uno degli alimenti principe della dieta di tutte le culture del mondo. Ottime per migliorare l’apporto giornaliero di liquidi, per integrare fibre e minerali, sono un aiutante prezioso per la vita di tutti i giorni. Per non parlare del sapore fantastico e unico che ogni frutto ha.

Ma questi 5 frutti dalla forma stranissima ti faranno ricredere su quello che credevi fosse possibile produrre da un albero o da un arbusto. Iniziamo subito!

Mano di Budda

frutto mano di buddha

frutto mano di buddha

Questo agrume è uno dei frutti più curiosi del mondo per via della sua forma che le è valsa il nome di “Mano di Buddha” . Si tatta di una varietà di cedro i cui spicchi non si sviluppano all’interno, ma si diramano letteralmente formando dei prolungamenti molti simili alle dita. È tipico dei Paesi asiatici, in particolare Cina, Giappone e India del Nord. Oltre alla forma stranissima , a caratterizzare questo frutto è anche un profumo delizioso che ricorda solo lontanamente quello degli agrumi e infatti è spesso impiegato come profuma biancheria . Per saperne di più: Mano di Buddha: un curioso frutto benefico e portafortuna

Pitaya

pitaya

Iniziamo con il botto: questo frutto (che in inglese viene chiamato comunemente Dragon Fruit) ha una buccia spessa e violacea, con appendici filiformi che protrudono a diverse altezze. Una volta aperto, ci mostrerà una buccia bianca o rosata, con moltissimi semini neri al suo interno.

La Pitaya è il frutto di una specie di cactus che cresce in Sud America e si sta espandendo in altre zone sub-tropicali. Da qualche tempo è anche possibile trovarlo nei mercati europei.

Questo frutto è ricco di

  • Vitamina C
  • Antocianine (antiossidanti naturali)
  • Zuccheri
  • Calcio

Rambutan

rambutan

@engdao/123rf.com

Il Rambutan è un frutto molto diffuso e amato nel Sud Est Asiatico. La Thailandia è una delle maggiori produttrici di questa specie. Ci sono più di 200 varietà e potrete trovarlo in molti colori diversi.

All’aspetto, il rambutan ha una buccia ricoperta di filamenti che sfumano nel nero, e nasconde al suo interno un frutto dalla polpa semi-trasparente.

Frutto di Hala (Pandanus tectorius)

frutto di hala

Il Frutto di Hala, quando maturo, ricorda nell’aspetto una pigna. Questo frutto è tipico delle zone oceaniche, quindi Australia, Malesia, Papuasia,  e le Isole del Pacifico. Le popolazioni indigene di queste parti del mondo utilizzano spesso il Frutto di Hala nella loro dieta, spesso lavorandolo in cottura.

Essendo un frutto estremamente fibroso, di solito viene trasformato in una crema o in farina. Questa caratteristica, però, lo rende anche un ottimo filo interdentale naturale.

Litchi (Litchi chinensis)

litchi

@123rf.com

I Litchi sono un frutto dall’aspetto sicuramente insolito: sembrano in tutto e per tutto una bacca, o un acino d’uva, ma sono pallidi e trasparenti. La loro buccia non è commestibile, ma tolta questa, potrai gustare un frutto dolcissimo…che ha l’aspetto di un occhio.

Questo frutto ha le sue origini nel Sud della Cina, ma negli ultimi decenni è diventato popolare in molte altre parti dell’interno emisfero Sud del mondo. Bisogna fare attenzione però perché può diventare pericoloso se mangiato acerbo (Leggi anche: quando e perché il dattero cinese può diventare pericoloso per la salute)

Marble Berry (Pollia Condensata)

pollia condensata

@Wikipedia

Il frutto della Pollia Condensata è apparentemente quello meno strano in quanto nell’aspetto ricorda molto un mirtillo, ma basta soffermarsi a guardarlo per rimanere rapiti dalla brillantezza del suo blu iridescente.

Questo intenso colore blu che gli è valso il nome inglese Marble berry (bacca marmorea o bacca biglia) deriva da due fattori:

  1. una elevatissima presenza di antociani – responsabili del colore blu nelle piante e nei frutti – che sono degli antiossidanti naturali
  2. la struttura cellulare della bacca le permette di catturare moltissima luce e rifletterla

Queste due caratteristiche danno al frutto della Pollia Condensata una lucentezza imbattibile. Infatti, nonostante i bassi valori nutritivi, gli uccelli sono molto attratti da questo frutto e ne spargono i semi in lungo e in largo

Questi frutti sono talmente strani che sembrano proprio arrivare da un altro pianeta, ma sono invece l’ennesima e fantastica espressione della Natura sulla Terra che non smette mai di stupire.  Hai già provato uno di questi frutti? Ne avete altri da aggiungere alla lista?

Potrebbero interessarvi anche le proprietà di altri frutti esotici:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando in Letterature e Culture Comparate all'Università dell'Orientale di Napoli. Si occupa di letteratura, sport, cucina e ambiente, collaborando anche con una nota rivista letteraria partenopea.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook