Zanzare, non solo odore! Individuati i colori che le attirano di più e quelli che invece ignorano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vuoi mimetizzarti dalle zanzare? Prova a vestirti di questi colori per mimetizzarti e diventare invisibile ai loro occhi (e pungiglioni)

Mentre prima l’arrivo delle belle stagioni era accompagnato anche dalla proliferazione delle zanzare – specialmente nel clou del periodo estivo – ora per via del riscaldamento globale le ritroviamo anche in inverno e con questi insetti dobbiamo imparare a convivere tutto l’anno.

Secondo un recente studio condotto dalla University of Washington che ha osservato alcuni esemplari femmine della zanzara della febbre gialla Aedes aegypti – perché come per tutte le zanzare solo le femmine pungono e succhiano il sangue – queste sarebbero attratte da determinati colori tra cui:

  • rosso
  • arancio
  • nero
  • ciano

Di contro, ignorerebbero altri colori come:

  • viola
  • verde
  • blu
  • bianco

Questo spiegherebbe, per gli scienziati, come le zanzare trovino gli ospiti , dal momento che la pelle umana, indipendentemente dalla pigmentazione generale, emette un forte “segnale” rosso-arancione” ai loro occhi. (Leggi anche: 10 modi per diventare invisibili per le zanzare)

Per identificare il soggetto da pungere le zanzare utilizzano per prima cosa l’odore che le aiuta a distinguere cosa sia nelle loro vicinanze e cosa meno e successivamente per confermare la loro scelta si baserebbero su alcuni colori che ai loro occhi apparirebbero come dei segnali veri e propri e molto interessanti emessi dal corpo del malcapitato.

L’odore che guida le zanzare è dato dalla percezione di alcuni specifici composti come l’anidride carbonica dal nostro respiro che stimola l’insetto, proprio come l’odore di una pizza o di una torta farebbe con una persona, ma a differenza delle zanzare noi umani non possiamo “odorare l’anidride carbonica”, ma la esaliamo con i nostri respiri.

Ma perché le zanzare pungono e cosa le spinge a farlo? Le zanzare femmine pungono, succhiando il sangue per ricavare le sostanze nutritive presenti in esso e le proteine che serviranno per la riproduzione e per la deposizione delle uova. Una zanzara decide di posarsi su un ospite piuttosto che su un altro per tre motivi:

  • il respiro
  • il sudore
  • la temperatura della sua pelle

Per il team della University of Washington vi sarebbe però un quarto motivo: il colore. I ricercatori hanno infatti notato che le zanzare osservate, dopo aver inalato anidride carbonica come di consueto avviene, tendevano ad ignorare colori quali il blu, il viola, il verde ed il bianco preferire colori caldi come il rosso e l’arancione che sono tipici della nostra pelle.

In questo studio abbiamo trovato un quarto motivo: il colore rosso, che non si trova solo sui vestiti che indossiamo, ma anche nella pelle di tutti quanti. La tonalità della pelle non ha alcuna importanza poiché, indipendentemente dalla pigmentazione, tutti gli esseri umani posseggono una base tendente al rosso”

ha detto il Prof. Jeffrey Riffell, uno dei coautori dello studio e docente di biologia alla UW.

Non sappiamo come le zanzare vedano effettivamente i colori, se il loro spettro visivo è in parte come quello umano ed è in grado di percepire differenti lunghezze d’onda della luce, ma di certo preferire alcuni colori nell’abbigliamento può, come dimostrato, respingerle di più.

Fonte: Nature Communications

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Sulle zanzare ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook