Due scheletri vichinghi riuniti in Danimarca dopo 1.000 anni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Anche se è stata confermata la parentela, sarà impossibile determinare il loro esatto legame. Rimane comunque una scoperta eccezionale

Ecco il carrello smart per la spesa

Due scheletri appartenenti a vichinghi vissuti 1.000 anni fa potrebbero essere parenti stretti. Cos’hanno di speciale? I due corpi sono stati trovati a migliaia di km l’uno dall’altro e finalmente, dopo mille anni, verranno riuniti.

Si pensa che entrambi gli uomini siano morti a causa di un violento conflitto tra il 960 d.C. e il 1020 d.C. Uno è stato scoperto in una fossa comune sotto l’Oxford University College nel 2008, l’altro nel 2005 a Otterup, in Danimarca.

Separati per 1.000 anni, i due guerrieri vichinghi della stessa famiglia si sono riuniti mercoledì al Museo Nazionale danese, poiché l’analisi del DNA ha aiutato a far luce sui movimenti di questa popolazione in tutta Europa.

Un mistero che dura da mille anni, una riconciliazione familiare a distanza di secoli, oggi resa possibile dai test del DNA che hanno permesso di scrivere la storia di questi due uomini sconosciuti.

Si pensa che uno di loro sia morto durante un massacro ordinato dal re inglese Ethelred in risposta a un temuto tentativo di assassinio. Il corpo ha mostrato segni di violenti colpi con ferite profonde al cranio. L’uomo era anche stato anche accoltellato alla schiena. L’altro corpo, trovato in Danimarca, sembra aver subito una ferita alla coscia da un’arma affilata, che potrebbe aver portato alla sua morte poco dopo.

Questa è una grande scoperta perché ora puoi tracciare i movimenti nello spazio e nel tempo attraverso una famiglia, ha detto all’AFP l’archeologa del museo Jeanette Varberg.

Due dei suoi colleghi hanno trascorso più di due ore a mettere insieme lo scheletro di uno dei due uomini, che ha circa 20 anni, arrivati da Oxford. Le 150 ossa sono state prestate al museo danese dall’Oxfordshire Museum in Gran Bretagna per tre anni.

Secondo i ricercatori, i vichinghi danesi invasero la Scozia e l’Inghilterra dalla fine dell’VIII secolo.

Il più giovane dei due uomini “potrebbe essere stato abbattuto in un raid vichingo, ma c’è anche una teoria secondo cui gli scheletri nella fossa comun appartenevano alle  vittime di un decreto reale del re inglese Ethelred il Secondo, che comandò nel 1002 che tutti i danesi in Inghilterra dovessero essere uccisi, confer,a Varberg.

Anche se è stata confermata la parentela, sarà impossibile determinare il loro esatto legame. Potrebbero essere stati fratellastri, nonno e nipote, o zio e nipote.

Rimane comunque una scoperta eccezionale.

Fonti di riferimento: Phys.org, National Museum of Denmark,

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook