Turista porta i suoi cani su una spiaggia in Australia e viene multata

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una turista ha camminato su una spiaggia con i suoi due cani al guinzaglio e ha ricevuto una sanzione dallo Stato del Queensland. Per quanto i cani non fossero liberi, la donna si trovava all'interno di un territorio parte di un parco nazionale dove la presenza di animali domestici è vietata

Una turista con i suoi due cani al guinzaglio ha passeggiato sulla spiaggia di Fraser Island, la più grande isola di sabbia del mondo, ed è stata denunciata dal Queensland Parks and Wildlife Service. Il motivo? Aver messo in pericolo l’ecosistema fragilissimo dell’isola patrimonio dell’UNESCO.

Nei parchi nazionali australiani la presenza di animali domestici è infatti vietata e la Fraser Island è parte del Great Sandy National Park. Gli animali di affezione sono di conseguenza banditi, divieto in vigore dal 1991. Sono i cani in particolare a costituire una minaccia per la popolazione locale di dingo, wongari in lingua aborigena, la più pura di tutta l’Australia.

Su tutta l’isola, che si estende per oltre 120 km, si incontrano infatti dingo in totale libertà. La presenza di cani sull’isola potrebbe perciò portare a degli incroci tra cani domestici e dingo, provocare uno stress non indifferente per i wongari ed esporli a malattie contagiose come, ad esempio, il Parvovirus o la filariosi cardiopolmonare.

Per questo motivo nessun cane può mettere piede sulla Fraser Island, pena sanzioni salatissime. L’unica eccezione è rappresentata dai cani guida, previa autorizzazione del Queensland Parks and Wildlife Service e imbracature particolari volti a riconoscere i cani da assistenza.

In tutti gli altri casi, come per questa donna, tolleranza zero, da parte dei ranger. I dipendenti del Queensland Parks and Wildlife Service hanno chiesto l’aiuto degli australiani per poter identificare la donna e l’altra persona a bordo dello yacht ormeggiato nelle acque della Fraser Island.

Per quanto i suoi due cani fossero condotti al guinzaglio, la donna sarà comunque denunciata, come dichiarato dal Queensland Environment. “Gli animali domestici non appartengono ai parchi nazionali” ripete più volte l’ente, ricordando a tutti i visitatori di attenersi al regolamento di ciascuna riserva e consultare il proprio sito web prima di pianificare qualunque viaggio in Australia.

Fonte: Queensland Environment/Facebook

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook