Sommozzatori trovano un messaggio in bottiglia e riescono a rintracciare la famiglia, ignari di aver fatto loro il regalo più grande

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo oltre 30 anni un messaggio in bottiglia scritto da un allora ragazzino, oggi purtroppo defunto, ha riunito la sua famiglia. Il prezioso messaggio è stato recuperato dai lavoratori di una ditta del settore marittimo e grazie ai social è stato riconsegnato ai genitori dell'autore

Integratori 100% naturali

Qualche mese fa una bottiglia verde contenente un preziosissimo messaggio è stata recuperata da due sommozzatori impiegati di una ditta del settore marittimo di Vicksburg, la Big River Shipbuilders, nel fiume Yazoo. Sorpresi da quello strepitoso ritrovamento, i due hanno deciso di estrarre con estrema cautela il contenuto dalla bottiglia.

Come non era difficile immaginare, il passare del tempo aveva lasciato parecchie tracce su quel messaggio. Delle righe erano sbiadite e molte parti di quel foglio consegnato al mare si erano come sbriciolate. Alcune parti, però, erano tuttora leggibili.

Il messaggio riporta come data il 30 agosto del 1989 ed è stato scritto da un allora giovane della cittadina di Oxford, nel Mississippi, il cui cognome è Thal o Dhal. Il proprietario di Big River Shipbuilders ha postato la foto sul canale Facebook dell’azienda chiedendo aiuto per rintracciare l’autore del messaggio e fargli sapere che è stato trovato oltre 30 anni dopo.

Grazie alle condivisioni e al passaparola la ditta è stata contattata da un certo Chris Dahl che, assieme ai suoi genitori Eric e Melanie, si è recato a Vicksburg.

@Big River Shipbuilders/Facebook

Alla vista della lettera la famiglia non è riuscita a trattenere le lacrime. Il giovane che aveva scritto il messaggio era il loro figlio e fratello Brian e allora aveva 11 anni quando durante un progetto scolastico lanciò un messaggio in bottiglia nel corso d’acqua.

Brian, un ciclista appassionato, aveva sconfitto il cancro, ma era deceduto a seguito di un incidente stradale all’età di 29 anni. Nessuno prima e dopo quel terribile avvenimento aveva mai trovato il messaggio da lui scritto. Adesso che è ricomparso per la famiglia non può che essere un segno.

Penso che fosse questo volesse significare il messaggio quando l’abbiamo trovato. Far sapere ai suoi genitori che stava continuando a vegliare su di loro, ha detto Billy Mitchell, uno dei lavoratori che si è imbattuto nella lettera in bottiglia.

Fonte: Big River Shipbuilders/Facebook

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook