Solstizio d’estate: 5 idee per celebrarlo a contatto con la natura

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Domani daremo il benvenuto all'estate! Ecco qualche idea a cui ispirarvi per celebrare il giorno più lungo dell'anno, immersi nella natura e nelle sue bellezze

È iniziato il conto alla rovescia per l’arrivo della stagione estiva: domani, alle ore 11.13, daremo ufficialmente il benvenuto all’estate. Da sempre, il giorno più lungo dell’anno è considerato un’occasione di rinascita, che segna un nuovo inizio. Fin dall’antichità, infatti, il solstizio d’estate veniva celebrato con una serie di rituali strettamente connessi ai ritmi della terra e alla potenza del sole e della luce in generale. Sono numerose le affascinanti tradizioni, tra il sacro e il profano, molto sentite ancora oggi anche in Italia.

Nel nostro Paese, ma anche in altre nazioni come la Svezia e la Finlandia, i festeggiamenti per l’arrivo della bella stagione sono legati a quelli della notte di San Giovanni, considerata uno dei momenti più misteriosi dell’anno, durante la quale si accendono fuochi e si raccolgono fiori ed erbe aromatiche.

Il solstizio d’estate può essere l’occasione perfetta per riconnettersi a Madre Natura. Basta poco per trascorrere qualche ora in modo alternativo e staccare la spina dalla routine. Vi suggeriamo 5 modi per celebrare degnamente questa significativa giornata.

Leggi anche: Solstizio d’estate: cos’è e il significato spirituale del giorno più lungo dell’anno

Fare un bagno al mare

Quale miglior modo se non fare un bel bagno al mare in occasione del primo giorno d’estate? Immergersi nell’acqua dona una sensazione di grande relax e conforto. Con questa scusa, potete approfittarne per rigenerarvi e fare qualche bracciata. Per un’esperienza ancora più suggestiva, l’ideale sarebbe andare in spiaggia all’orario dell’alba e del tramonto, per riempirvi gli occhi delle incantevoli sfumature della natura.

Piantare un albero e dedicarsi al giardinaggio

Se avete la fortuna di avere un orto, un giardino o una campagna, il 21 giugno potete dedicarvi al giardinaggio per prendervi cura delle vostre piante e fiori. Perché non approfittarne anche per mettere a dimora un albero che può regalarvi dei frutti a km zero? In alternativa, potete seminare pomodori, peperoncini, rucola o erbe aromatiche come la camomilla, la salvia e il basilico. Come confermato da vari studi, il giardinaggio è molto più di una semplice attività: è una vera e propria terapia che aiuta a combattere lo stress e a ritrovare il buon umore, oltre a migliorare le proprie abilità motorie.

Fare una passeggiata nel verde

Un altro modo per celebrare degnamente l’arrivo dell’estate è concedersi anche un’oretta per fare una passeggiata nel verde: potete scegliere un bosco, un parco o un giardino. L’importante è riuscire a staccare un po’ la spina e respirare a pieni polmoni, riconnettendosi alla natura. Se volete provare un’esperienza più profonda e utile per il vostro benessere, vi consigliamo di sperimentare la meditazione camminata, che ci aiuta ad aumentare la consapevolezza, la capacità di concentrazione e a migliorare la respirazione.

Raccogliere fiori ed erbe aromatiche

Il solstizio d’estate può rappresentare l’occasione perfetta per andare alla ricerca di erbe aromatiche da utilizzare in cucina, ma anche come rimedi naturali. Questa usanza è molto viva nel nostro Paese ed è connessa ai festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista: secondo la tradizione, le erbe raccolte durante la notte a cavallo tra il 23 e il 24 giugno sono dotate di poteri straordinari, in grado di allontanare gli spirti maligni.

Fra i fiori e le erbe maggiormente raccolte in questo periodo dell’anno troviamo l‘iperico, l’artemisia, la malva, la salvia, il rosmarino e le rose. Questi vengono usati per preparare l’acqua di San Giovanni per portare fortuna, salute e amore, mentre l’iperico potete impiegarlo per realizzare in casa un oleolito portentoso, utilissimo in caso di eritemi, scottature o da usare come olio per i massaggi.

Leggi anche: San Giovanni: la notte delle streghe e la raccolta delle erbe, significato e tradizioni

Ammirare le stelle e due incantevoli congiunzioni

Per gli appassionati di astronomia, invece, ci saranno due eventi imperdibili proprio nella notte del 21 giugno. Alle prime luci dell’alba, quasi in coincidenza con il solstizio d’estate astronomico, potremo ammirare la congiunzione Venere – Pleiadi nel Toro e il tris Luna – Giove – Marte nei Pesci. Ammirare il cielo è una delle esperienze più suggestive in assoluto: uno spettacolo gratuito a cui si può prendere parte tutto l’anno.

Leggi anche: Solstizio d’estate all’insegna del cielo: quando è il giorno più lungo dell’anno

Sul solstizio d’estate leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook