Rubano 6 chili di sabbia dalle spiagge della Sardegna, multa di 1000 euro a due turisti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Esattamente come accade ahinoi ogni anno, i turisti saccheggiano le meravigliose spiagge sarde, rubando non solo sabbia, ma anche granelli di quarzo e conchiglie. Ma non dimenticate che è un reato

Integratori 100% naturali

Più di 6 chili di sabbia sottratta dalle meravigliose spiagge di Cabras, in Sardegna, sono stati recuperati dalle valigie di due turisti della Repubblica Ceca che sono stati fermati in partenza dall’aeroporto di Cagliari-Elmas.

A darne notizia è la attentissima Associazione Sardegna Rubata e Depredata sulla sua pagina Facebook.

Per fortuna tornerà presto nel luogo a cui appartiene – assicura l’associazione nel post – ai ladri invece (che speriamo di non vedere mai più da queste parti) auguriamo di continuare a piangere a lungo e con dolore come quando hanno appreso che l’importo della sanzione era di 1.000 euro.

Portare a casa sabbia, ciottoli o conchiglie è reato!

Forse non a tutti è chiara una cosa: prelevare ciottoli, sabbia o conchiglie è reato e non solo in Sardegna. Chi lo fa rischia una sanzione salata che va da 500 a 3000 euro.

Non si tratta soltanto di una questione legale, ma di rispetto per gli ecosistemi delle nostre bellissime spiagge, sempre più vulnerabili a causa dell’inquinamento e della crisi climatica.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook