“Roma. Dentro lo smartphone, a piedi e quasi gratis”: alla scoperta delle bellezze più nascoste della città con Misteruniquelife

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Storyteller e Instagram star che grazie agli scatti e agli aneddoti su Roma offre un ritratto digitale di una città variegata, dalle tante anime e dalle mille storie. Un racconto attraverso l’obiettivo di uno smartphone con l’accento romano di un creativo scanzonato e originale

Romano de Roma come si suol dire. Classe 1979, ciuffo ribelle, occhiale da sole d’ordinanza, simpatico e goliardico, è Fabrizio Politi per tutti @mruniquelife. Grafico pubblicitario e influencer “atipico” da oltre 133 mila follower su Instagram, con i piedi per terra e il #nasoallinsù, capace di trasmettere l’amore per la sua città e la fotografia “ruvida”, d’impatto, non patinata.

E questo sentimento, rinnovato in ogni scatto, è davvero palpabile mentre si scorre il feed del suo profilo: dalle prime luci del giorno che illuminano piazze e vicoli, alle visite in luoghi insoliti, fino alle incursioni in bar e botteghe per assaporare la tradizione locale dello street food. Perché Fabrizio la città te la fa gustare, dallo smartphone o con i #MrUniqueCoffee della domenica mattina con un gruppo di follower sempre più nutrito che lo seguono con calore e divertimento.

Tra il serio e lo scanzonato è poi arrivato il suo primo libro dal titolo Roma. Dentro lo smartphone, a piedi e quasi gratis per Mondadori che ha presentato il 25 luglio nella prestigiosa sala Giulio Cesare del Campidoglio. Uno scrigno, ricco di consigli tecnici e turistici per scoprire una città immensa e variegata che introduce così:

pigra, lenta ma al tempo stesso vibrante, ricca di arte e storia e piena di tantissimi luoghi famosissimi in tutto il mondo.

Sei diventato un ambasciatore delle bellezze della città di Roma: qual è l’angolo della Città eterna che hai immortalato e che ti fatto innamorare ancora di più di questa città?

Piazza Navona alle 7.15 di mattina, quando non c’è nessuno e senti solo l’acqua della Fontana dei Quattro Fiumi.

C’è un luogo che ti ha sorpreso più di quanto immaginavi?

Sì, San Pietro. Non ci ero mai entrato. Da quando ho riscoperto Roma ci entro almeno una volta a settimana.

Quali luoghi insoliti o particolari di Roma consiglieresti di visitare, anche a chi vuole riscoprire la città?

Secondo me c’è sempre il concetto di “perdersi un po’”. Girando per il centro, le dritte che posso dare io sono Arco degli Acetari, il Passetto del Biscione, Arco dei Banchi. E tante altre piccole viuzze che nascondono tesori.

Street-food romano, mai rinunciare a … (ci sei simpatico, puoi dare due consigli, uno dolce e uno salato)

Al supplì! A Trastevere c’è il “my best supplì in town” che è Venanzio, ma ne trovi anche a via dei Coronari, a via dei Banchi Vecchi. E per il dolce, il solo e unico maritozzo. Poi ci sarebbe la pizza rossa, la pizza bianca, la pizza bianca con la mortadella …

Come immortalare una città: cosa fare o anche cosa non fare dal tuo punto di vista?

Credo che una foto debba restituire l’anima, non deve essere per forza patinata. Quindi se è ruvida o se è “sporca” è anche meglio. Se una foto non ha un’emozione non serve.

Cibo e panorami, un abbinamento assolutamente vincente sui social ma anche difficile da “scalare”. Cosa ha fatto scoccare la scintilla tra te e le persone che ti seguono: la personalità frizzante o la qualità delle foto?

Tutto è nato proprio dal fatto che vedevo che tante persone pensare che Roma fosse solo carbonara e Colosseo. Ho cercato, e cerco tutt’ora, di far capire che non c’è soltanto quello. Quindi accanto al discorso della fidelizzare c’è anche quello di far capire alla community che c’è tanto altro. Tutte le anime di Roma sono da raccontare e piano piano le persone di stanno interessando.

Quanto studio c’è dietro alla pianificazione di un tour fotografico, e gastronomico, alla scoperta di Roma?

Tanto, tanto, tanto. Prima penso al tour. Poi penso a quello che si può fare, a quello che si può vedere, agli aneddoti, a cosa potrebbe interessare, a che ora svegliarsi, quale museo andare a vedere, poi penso … sopravviverò?

Dai corsi di fotografia su una piattaforma ai biscotti, dalle paperelle agli adesivi, dai caffè nel weekend con una community che cresce al libro senza scordare le tue attività di creativo. Sei già al lavoro su qualche altra sorpresa? Ci puoi dare un indizio?

Adesso, mentre andiamo verso il mese di agosto si è rallentato un po’ tutto: speriamo di ripartire a settembre. Il 25 luglio c’è stata la presentazione in Campidoglio del libro per via ufficiale, quindi … già quello è un bel traguardo prima di fermarci, no?!

Quando ci prendiamo un MrUniqueCoffee in salsa green?

Quando volete!

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in lettere moderne con la passione per il digitale. Giornalista professionista dal 2010: curiosa e fantasista della comunicazione, dalla tv al web.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook