Pene di toro, la nuova “sperimentazione” del vincitore di Masterchef scatena l’ironia della rete (e fa riflettere)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Valerio Braschi ha trionfato nella sesta edizione di Masterchef Italia e nel ristorante 1978 ha realizzato una sua nuova ricetta a base di pene di toro, un ingrediente non poi così comune nella cucina italiana, ma che il giovane chef ha voluto proporre con un susseguirsi di battute sul web. E sui social si scatena l'ironia

Ecco il carrello smart per la spesa

“Collagene allo stato puro” così Valerio Braschi, vincitore di Masterchef Italia 6, ha definito la sua nuova creazione culinaria che come materia prima utilizza il pene di toro, un taglio di bovino che lo chef ha scelto e con una lavorazione accurata e molto lunga.

Il piatto è l’ultima sperimentazione (discutibile) dell’estro creativo di Braschi, dopo la carbonara distillata, ed è accompagnata da una salsa all’anguilla affumicata ed una crema che ricorda molto la tradizionale scapece per la presenza della menta e dell’aceto.

Si tratta senza dubbio di una cucina molto particolare che vuole ricreare antichi sapori utilizzando ingredienti sconosciuti ai più di cui però un tempo si faceva largo uso, un piatto che però per via del suo ingrediente principale ha dato il via a tutta una serie di battute sui social.

“Sequel delle palle di Mozart”, “cos’hai mangiato? Un c****” sono alcuni dei commenti sotto alla foto del suo piatto dove il pene di toro che, per provocazione o semplice trovata artistica, si presenta coppato a forma di una testa di toro. Peccato però che il taglio sia di tutt’altra parte e per alcuni disgustoso solo a pensarci.

Il Pene del toro è Collagene allo stato puro, sapore delicatissimo e consistenza pazzesca.
Dopo averlo pulito e spellato viene cotto 18 ore a 75° in ultrasuoni assieme a qualche goccia di caramello di Manzo per esaltarne ancora di più il gusto bovino,

spiega lo chef sulle sue pagine social dove ha postato la foto della sperimentazione, dietro la quale vi è tanto studio, altrettante prove e anche molto coraggio.

La voglia di sperimentare non manca di certo al vincitore di Masterchef e al suo staff che alcuni clienti definiscono “un visionario”.

Ma sentivamo davvero il bisogno di questa trovata culinaria (l’ennesima a base di carne)?

Fonte: Valerio Braschi/Instagram

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook