Addio a Raoul Casadei, re del liscio che ha fatto ballare generazioni di italiani sulle note di “Romagna mia”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E' morto stamattina Raoul Casadei il re del liscio che aveva fatto conoscere il genere folk romagnolo al grande pubblico

È morto questa mattina Raoul Casadei, il “re del liscio” che ha fatto conoscere e apprezzare il folklore romagnolo grazie alla sua orchestra. Sulle note di “Romagna Mia” hanno ballato generazioni di italiani.

Aveva compiuto 83 anni il 15 agosto scorso, Raoul Casadei, che purtroppo dal 2 marzo era stato ricoverato all’Ospedale Bufalini di Cesena per il coronavirus. Inizialmente non sembrava grave ma purtroppo le sue condizioni sono peggiorate improvvisamente e di poco fa è la notizia del decesso.

Il musicista è stato leader dell’orchestra più famosa d’Italia, l’Orchestra Casadei, che ha avuto il merito di far apprezzare il genere folkloristico romagnolo a tante generazioni, facendo ballare persone di tutta Italia sulle note di “Romagna Mia”, scritta dallo zio Secondo Casadei.

Ma non si trattava solo di cantare e ballare, Raoul Casadei  erano noto anche per la sua capacità innata di intrattenere il pubblico e parlare dal palco. Il tutto con l’obiettivo di far conoscere e apprezzare il suo genere musicale preferito, il liscio, ma anche condividendo le tradizioni e il folklore della sua terra: la Romagna. 

Fonte: Ansa

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook