Morire a 12 anni, in videochiamata con i compagni di classe: ancora una vittima delle folli sfide su TikTok

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Milagros, dodicenne argentina, è morta per soffocamento dopo essersi stretta una corda attorno al collo: per la famiglia era vittima dei bulli

Milagros, una ragazzina che viveva a Capitán Bermudez (Argentina), aveva solo dodici anni ed è l’ultima vittima di una delle sfide social più pericolose che, nonostante i controlli e i divieti, continua a impazzare su TikTok: la blackout challenge.

Il funzionamento di questa folle sfida è molto semplice: bisogna legarsi al collo una corda, un laccio o una cintura e vedere fino a che punto si riesce a resistere senza soffocare. I danni di questa sfida, in cui è in ballo la vita, vanno dallo svenimento alle lesioni cerebrali permanenti.

Milagros non è la prima giovanissima a morire in conseguenza di questa challenge: in tutto il mondo si sono registrate in questi mesi giovani vittime che, spinte dal desiderio di dimostrare la loro forza ai coetanei o costretti dai bulli, si provocano il soffocamento con mezzi trovati in casa.

Leggi anche: È morta la bimba di 10 anni che si era legata una cintura al collo per l’assurda “Blackout challenge” su TikTok

Secondo la ricostruzione fatta dalle autorità locali, era la terza volta che Milagros si cimentava con questa sfida: le prime due volte era riuscita a resistere e a liberarsi prima di farsi male, mentre la terza volta si è provocata il soffocamento letale.

La ragazzina è morta mentre era in videochiamata con i compagni, gli stessi che probabilmente l’hanno spinta a mettere in atto questa challenge. Gli inquirenti e i familiari non escludono che Milagros fosse vittima di bullismo, e che avesse ricevuto minacce e pressioni che l’avrebbero poi portata a stringersi una corda attorno al collo.

Il padre di Milagros, che ha scoperto il cadavere, e la zia Laura non si danno pace per questa morte assurda. Continuano a sostenere che la ragazzina fosse molto sveglia e intelligente, e che non si sarebbe mai lanciata consapevolmente in una sfida mettendo a repentaglio la sua stessa vita.

Ciao a tutti, il mio nome è Lali – scrive la zia della piccola in un commosso post Facebook. – Rendo pubblico questo che sto vivendo. lei è Milagros, la mia nipotina, che oggi ha perso la vita facendo una sfida su tik tok. Per favore chiedo di condividere, io e la mia famiglia non troviamo pace.

Gli utenti che accedono al social dall’Italia, indipendentemente dalla loro età, sono tutelati e protetti dall’accesso a questo genere di sfide pericolose. Abbiamo provato a digitare Blackout Challenge sulla barra di ricerca di TikTok, e questo è stato il risultato:

Blackout challenge tiktok

@greenMe

Il nostro consiglio, tuttavia, è di controllare i contenuti a cui accedono i nostri figli o i nostri fratelli più piccoli, perché tragedie come quella di Milagros possono essere evitate solo con un uso responsabile e moderato del social network.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: El Litoral / Facebook

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook