Lorenzo, chi è l’eroe che ha preso al volo la bimba caduta dal balcone

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non ci ha pensato neanche un istante. Quando ha capito che stava per accadere una tragedia si è precipitato sotto il balcone per salvare una bambina che si era sporta troppo: quella del Lorenzo Tassoni, che ha salvato una piccola di 4 anni, non è stata fortuna, ma merito e la sua straordinaria prontezza va celebrata

Si trovava in quel punto per caso. Doveva andare a riprendere la sua bicicletta in officina, ma qualcosa ha improvvisamente colpito la sua attenzione: una bambina che si stava sporgendo decisamente troppo dal balcone di casa, nel tentativo di afferrare il tablet che le era caduto.

Così ha subito avuto la prontezza di correre sotto quell’abitazione e quando la piccola di 4 anni è precipitata nel vuoto, dal secondo piano, non è finita sull’asfalto ma fra le braccia di Lorenzo Tassoni.

È questo il nome del giovane di 28 anni che lunedì è diventato un eroe per tutta l’Italia dopo aver salvato una bambina da un incidente che si sarebbe potuto trasformare in tragedia. Questa storia che ha dell’incredibile è avvenuta a Treviso, nel quartiere di Sant’Antonino, ed è stata riportata sulle pagine di tutti i giornali.

Grazie al suo formidabile intervento, la piccola è rimasta illesa e i suoi genitori hanno potuto abbracciarla dopo poco.

Ho visto la bambina appesa dal terrazzo del secondo piano, sono sbiancato e sono corso subito in modo da mettermi perpendicolare sotto di lei, con le braccia protese in avanti .– ha raccontato il giovane ai microfoni di TrevisoToday – L’unica cosa che ricordo di aver detto, forse urlato, è “ti prego, ti prego no” perché ero scioccato dalla cosa. La bambina non ha urlato però piangeva, distrutta anche lei in volto, ha mollato la presa, è caduta a piombo e per fortuna ha battuto contro il primo terrazzo perché ha attuttito un po’ la caduta, è come se fosse rimbalzata e io sono riuscito a prenderla appena dopo. Mi è praticamente caduta tra le braccia, in avanti.

Un giovane appassionato di arte, che non si sente affatto un eroe

Ma il ragazzo non pensa di aver fatto niente di così assurdo. “Non mi sento e non sono un eroe, la cosa importante è che la piccola stia bene” ha spiegato con grande umiltà.

Da sempre grande appassionato di arte e cinema, Lorenzo Tassoni è laureato in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale e al momento lavora come guardasala nello storico Palazzo Venier-Manfrin di Venezia. Il giovane, di origini trevigiane, vive a Treviso con la sua famiglia e spera di trovare un posto di lavoro stabile nel settore artistico.

L’eccezionale prontezza di Lorenzo (perché non è stata semplicemente “questione di fortuna”) ha colpito molto anche il primo cittadino di Treviso Mario Conte, che ha fatto sapere di volerlo incontrare personalmente al più presto per congratularsi per il suo gesto eroico.

Grazie di cuore, Lorenzo!

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: TrevisoToday/Mario Conte

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook