Anche quest’anno in India la “festa degli aquiloni” è una strage: sei vittime e centinaia di uccelli morti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L'usanza, pericolosa e illegale, di ricoprire le corde degli aquiloni con pezzetti di vetro provoca ogni anno morti e feriti

In India, quello che doveva essere un momento di festa e di gioia si è trasformato in una vera e propria tragedia che ha portato alla morte di sei persone – tre delle quali erano bambini piccoli. Ci troviamo nello Stato del Gujarat (nell’India occidentale) dove ogni anno, a metà gennaio, si svolge il festival degli aquiloni di Uttarayan.

Si tratta di una festa che celebra la fine dell’inverno e l’inizio del percorso che porterà all’estate. L’inverno viene salutato con decine di aquiloni colorati che vengono fatti volare in cielo, e questo spettacolo attrae migliaia di turisti da tutto il Paese.

Purtroppo, ogni anno questa festa si macchia del sangue di centinaia di uccelli, che restano vittime del volo degli aquiloni, e di quello di turisti e avventori del festival – colpa della tradizione, ufficialmente vietata per legge già dal 2016, di ricoprire le corde degli aquiloni con polvere di vetro per tagliare le corde degli aquiloni avversari mentre questi sono in aria.

Quest’anno le vittime umane sono state sei: tre di queste erano bambini piccoli. Tutte le vittime sarebbero morte dissanguate quando le corde degli aquiloni, rese affilate dai pezzetti di vetro, si sono impigliate al collo.

La vittima più piccola si chiamava Kirti e aveva solo due anni. È stata colpita alla gola da un aquilone mentre era in scooter con suo padre e sarebbe morta per dissanguamento una volta arrivata in ospedale. Anche Rishabh Verma, sette anni, era a bordo di uno scooter quando è stato colpito mortalmente da una corda ricoperta di vetro.

Un’altra giovanissima vittima, tre anni appena, stava camminando per strada con sua madre quando una corda le ha tagliato il collo: portata in ospedale, è stata dichiarata morta all’arrivo. Oltre alle vittime, almeno altre 176 persone sarebbero rimaste ferite a causa di queste vere e proprie armi sospese nel cielo.

E non sono solo gli umani a rimanere uccisi o feriti in quella che, più che una festa gioiosa, sembra avere i tratti di una vera e propria strage. Come ogni anno centinaia di uccelli in volo nel cielo sopra la città si imbattono nella corda tagliente di un aquilone che li ferisce a morte.

Leggi anche: Anche quest’anno centinaia di uccelli morti e feriti nella festa tradizionale indiana degli aquiloni

In occasione della festa, le autorità locali hanno distribuito dei “collari” protettivi a chi si trovava in strada, per non incorrere nel rischio di rimanere vittima degli aquiloni. In realtà, basterebbe semplicemente rispettare la legge, evitando di strofinare le corde degli aquiloni con la pericolosa polvere di vetro.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: The Guardian / Twitter

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook