Una donna in Australia è caduta in un dirupo ed è morta per scattarsi un selfie “panoramico”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una donna in Australia è caduta da un dirupo ed è morta sabato scorso dopo aver tentato di scattare un selfie in una posizione precaria

Una donna in Australia è caduta da un dirupo ed è morta sabato scorso dopo aver tentato di scattare un selfie in una posizione precaria.

Rosy Loomba, 38 anni, era con suo marito e suo figlio quando l’incidente è avvenuto al Grampians National Park, nello stato australiano di Victoria, secondo Nine News, affiliato della CNN.

Erano a Boroka Lookout, uno strapiombo che ha una vista panoramica sulle montagne e sulla città sottostante. La donna ha scavalcato barriere di sicurezza, ignorando i segnali di pericolo, per posare su una roccia per una foto, quando è inciampata oltre il bordo, cadendo per più di 80 metri lungo la parete della montagna.

Il belvedere è un luogo fotografico particolarmente popolare; una rapida ricerca del tag di posizione su Instagram mostra dozzine di foto con persone ritratte sulla scogliera, gambe che penzolano oltre il bordo o in equilibrio su una roccia stretta vicino al bordo. Alcuni si sono persino ripresi mentre facevano salti mortali all’indietro.

https://www.instagram.com/p/CIuObn2pJDy/

 

Un buon motivo per ricordarci che la vita vale molto di più di un selfie per accaparrarsi like…

Fonte: 9News

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook