Bookopoly, il simil-Monopoly in cui si costruiscono biblioteche al posto di case e alberghi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non le solite soste cui siamo abituati, ma i titoli dei grandi classici della letteratura rappresentano le caselle di questo gioco di società "letterario"

È uno dei giochi di società più amati e conosciuti al mondo, che permette di diventare ricchi imprenditori costruendo case e alberghi in una immaginaria città: è il Monopoly. Ora, una piccola fabbrica di giochi da tavolo dell’Ohio ha lanciato una nuova versione di questo gioco così popolare, il Bookopoly.

Come suggerisce, il nome, si tratta di un alter-ego molto meno materialista e un po’ più letterario rispetto alla versione tradizionale: nel Bookopoly, i soldi non servono a pagare gli affitti e i pedaggi, bensì a comprare i libri; non si costruiscono case e alberghi ma biblioteche e librerie; infine, l’obiettivo del gioco non è diventare “padrone” dell’intera città, bensì presidente del Club del libro.

Al posto delle strade, delle stazioni e delle società che occupano le caselle del Monopoly tradizionale (in Italia abbiamo ad esempio il costosissimo Viale della Vittoria, Piazza Dante o Viale Impero), le pedine si muovono sulle copertine dei libri. In questo caso, non varia il prezzo, quanto piuttosto la difficoltà della letteratura: accanto a libri per bambini e ragazzi, infatti, troviamo anche classici e romanzi per adulti.

Per il resto, il gioco funziona allo stesso modo: si sceglie una pedina che ci rappresenterà sul tabellone, si tirano i dadi e si procede in avanti cercando di non finire in prigione – o meglio, a guardare la TV, certamente la punizione più severa per un bibliofilo!

Le carte che dimostrano il possesso di una determinata casella contengono informazioni interessanti e curiosità sugli autori dei libri che rappresentano – e questo è un modo divertente per far conoscere grandi autori, come Sir Arthur Conan Doyle o Francis Scott Fitzgerald, anche ai più piccoli partecipanti al gioco.

Late For The Sky Production Company, la compagnia che ha creato questo simpaticissimo gioco, si occupa come abbiamo detto di produrre su richiesta versioni alternative al classico Monopoly da lanciare sul mercato, magari per raccogliere fondi per qualche progetto benefico.

Sul portale è possibile scegliere e acquistare il gioco che più ci intriga – da Wineopoly (dedicato agli amanti del vino) a Christmasopoly (ideale da giocare nelle festività natalizie) o Dogopoly (dedicato a chi ama gli animali).

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: SV Books / Late For The Sky Production Company

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono una giornalista e una blogger. Collaboro con le testate GreenMe, Ambiente Magazine e The Wise Magazine e mi occupo di natura, sostenibilità, stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente. Sul mio blog “La strega che scrive” parlo di giornalismo, editoria e letteratura

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook