Centinaia di donne molestate dagli Alpini: per fermare le violenze bisogna denunciare, come farlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Insulti, palpeggiamenti e violente, sono centinaia le donne che hanno denunciato di essere state molestate dagli Alpini, nel corso della 93esima adunata nazionale a Rimini

Sono oltre cento le donne che hanno denunciato di aver subito insulti, violenza, molestie verbali e anche palpeggiamenti nel corso della 93esima adunata nazionale degli Alpini che si è tenuta dal 5 all’8 maggio. Dopo le segnalazioni, arriva la prima denuncia formale per presunte molestie.

Una donna di 26 anni ha raccontato ai carabinieri che sabato pomeriggio tre Alpini l’avrebbero circondata e presa per un braccio, strattonata e insultata con frasi sessiste. Attualmente la denuncia è contro ignoti, ma dopo l’adunata a Non una di meno Rimini sono arrivate centinaia di segnalazioni di donne che avrebbero subito lo stesso trattamento. Per questo adesso l’associazione pensa a una denuncia collettiva e ad una interrogazione parlamentare.

“Daremo supporto a chiunque voglia denunciare le molestie subite. Alcune donne hanno infatti deciso di denunciare e ci hanno contattato per chiedere il nostro supporto che non tarderà ad arrivare. Ci stiamo attivando in queste ore per presentare le denunce tramite nostr* avvocat* di fiducia e per accompagnare in questura chiunque ne faccia richiesta”, scrive Non una di meno Rimini.

L’associazione sui propri social poi spiega:

“Sappiamo che denunciare è difficile, che spesso chi decide di farlo vive una seconda violenza davanti a forze dell’ordine che tendono a minimizzare e a sminuire la vittima. Ma in questo caso le denunce possono essere una leva in più affinché le molestie che si ripetono ad ogni adunata non possano passare sotto traccia come accaduto in passato. Possono essere una leva in più per portare attenzione sulla problematica cultura machista e patriarcale in cui viviamo, che minimizza il catcalling e le molestie che sono la solida base della piramide della violenza”.

Tutti i dettagli spiegati nella conferenza stampa:

Ad oggi all’associazione sono arrivate più di 250 segnalazioni, oltre 150 donne hanno raccontato esattamente cosa sarebbero state costrette a subire da parte degli Alpini.

L’associazione ha attivato un gruppo Telegram in seguito alle numerose segnalazioni di molestie in occasione dell’adunata nazionale degli alpini. Per entrare nel gruppo clicca sul gruppo CLICCA QUI

Fonte: Non una di meno Rimini

Ti potrebbe interessare:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook