Aiuti per l’Ucraina, attenzione alle truffe: dovresti prestare attenzione a questi dettagli quando fai una donazione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli aiuti che stanno arrivando in Ucraina sono tantissimi, ma attenzione a chi fate offerte per non cadere nelle truffe

Ecco il carrello smart per la spesa

Davanti alle emergenze quali disastri umanitari o catastrofi naturali la solidarietà delle persone di tutto il mondo non conosce misure e non si tira indietro, ma se la volontà di aiutare è tanta, altrettanto elevato è il rischio di essere raggirati. Attenzione sempre a chi destiniamo le offerte per una giustissima causa, in questo momento per l’Ucraina, perché molti sciacalli e truffatori si avvalgono della guerra e di altre disgrazie per fare profitto, sfruttando la generosità delle persone. 

Per evitare che i vostri soldi finiscano in mani losche e non alle famiglie in fuga dalla guerra alle quali volevate donarli bisogna tenere a mente alcune cose e prendere degli accorgimenti dove possibile. Tra questi:

  • dare la precedenza alle organizzazioni internazionali note piuttosto che ad associazioni minori che, per quanto operative e altrettanto bisognose di supporto siano, potrebbero rivelarsi delle truffe per svuotarvi il conto corrente. Se avete chiaramente una organizzazione che sostenete già e della cui trasparenza siete certi allora potete dare un contributo economico senza pensieri;
  • non indicare la causale del bonifico se possibile affinché la donazione sia flessibile e senza stanziamento espresso;
  • ignorare qualunque messaggio e email di enti che chiedono donazioni ai quali non ne abbiate fatte voi in precedenza e sui quali siamo in dubbio. I canali dove mandare aiuti sono ovunque, ma se non siete iscritti a qualche newsletter solidale difficilmente vi contatteranno delle associazioni serie per chiedervi aiuto. I messaggi dove vengono inviati link tramite i quali cliccare per donare alle famiglie ucraine sono rischiosi e informarsi su chi sia il mittente prima che sia troppo tardi è essenziale;
  • informatevi sulle raccolte che si organizzano nei quartieri per sapere a chi saranno destinate, quando e come. Più informazioni si hanno, più si è sicuri della genuinità del gesto e della sua autenticità;
  • segnalare iniziative sospette potrebbe aiutare altri a non cadere nella trappola dei truffatori e smascherare questi che fanno perdere credibilità a chi da giorni si adopera per aiutare realmente i rifugiati in fuga dall’Ucraina.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

 

 

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook