Black Friday, siamo già in overdose di offerte (e di truffe) con largo anticipo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mancano circa due settimane al Black Friday e siamo già inondati da offerte. Ecco come difendersi dalle truffe

Mancano circa due settimane al Black Friday, in programma il prossimo 26 novembre, e già siti Internet, negozi e centro commerciali pullulano di offerte. Vi sarà già capitato di essere inondati di messaggi promozionali via mail e suoi social. Ma non è tutto oro quel che luccica e ogni anno la storia si ripete: si fa un acquisto credendo di aver fatto un affare per poi scoprire di essere stati praticamente raggirati. 

Nel corso della scorsa edizione del Black Friday l’associazione di tutela dei consumatori francesi Que Choisir ha denunciato delle vere e proprie truffe, tra cui quella relativa al Robot Roomba, venduto su Amazon con uno sconto di soli 40 euro (e non 320 come dichiarato) o di un’aspirapolvere Rowenta, messa in vendita da Conforama con una riduzione di appena 19 euro e non di 130 euro. Ma questi sono soltanto alcuni delle numerose truffe a cui dovremmo fare attenzione in vista del Black Friday, ma in generale in tempo di saldi. 

 A denunciare la proliferazione di truffe nel nostro Paese in questo periodo è Assoutenti, associazione no-profit per la tutela dei consumatori, che lancia un allarme:  

Il Black Friday scatena una valanga di messaggi promozionali all’interno dei quali si celano raggiri e tentativi di furto dei dati bancari degli utenti – spiega il presidente Furio Truzzi – Messaggi che già in questi giorni vengono veicolati non solo attraverso mail o sms, ma soprattutto tramite social network come Instagram o Facebook, usando hashtag, tag e messaggi privati che sponsorizzano link di siti che praticano sconti altissimi su smartphone o capi di abbigliamento griffato. Nella maggior parte dei casi queste pagine hanno lo scopo di rubare credenziali bancarie e dati delle carte di credito degli utenti per svuotarne i conti correnti, e si registrano addirittura finti negozi online che, dopo aver incassato il denaro dai consumatori, non inviano la merce e spariscono nel nulla. Nei prossimi giorni i tentativi di truffa che utilizzano tali escamotage si moltiplicheranno, pertanto invitiamo i consumatori alla massima attenzione e divulghiamo oggi un decalogo con i consigli utili per evitare di cadere in trappola.

Come evitare di essere raggirati 

Non è facile riuscire sempre a distinguere un’offerta davvero conveniente da un raggiro. Come fare quindi? Per tutelarci dalle truffe Assoutenti ha pubblicato una serie di consigli da seguire quando si fa un acquisto:

  • Conservate sempre copia dell’ordine effettuato e controllate che esista la possibilità di disdirlo senza pagamento di penali
  • Acquistate solo da venditori sicuri e che riportino i dati della società titolare dell’attività commerciale
  • Acquistate solo da siti web sicuri protetti da sistemi di sicurezza internazionali, riconoscibili dalla presenza del lucchetto nella barra di indirizzo
  • Diffidate da sconti troppo elevati e poco credibili: nessuno vi venderà mai uno smartphone da 1.000 euro a 100 euro
  • Verificate se il prezzo pubblicizzato comprenda anche spese di spedizione o tasse
  • Controllate la data di spedizione e verificare sempre da dove viene spedito il prodotto
  • Sul web meglio evitare bonifici o carte di credito, preferire Paypal o carte prepagate
  • Non comunicate mai i vostri dati personali via telefono o via mail
  • Ricordare che per legge la merce si può restituire quando si acquista fuori dagli esercizi commerciali fisici entro 14 giorni.
  • Per gli acquisti online verificare le condizioni di recesso applicate dal venditore online e ricordate che la garanzia vale anche per i prodotti acquistati online
  • Se il prodotto o il servizio acquistato hanno un difetto di conformità o di produzione avete diritto alla sostituzione o al rimborso

In tempo di saldi si fa spesso l’errore di acquistare in maniera compulsiva, allettati dal prezzo (talvolta solo apparentemente) conveniente. Ma c’è una regola d’oro che bisognerebbe seguire sempre: comprare in maniera consapevole ciò che ci è davvero utile, senza esagerare, per non alimentare il consumismo. 

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Que Choisir/Assoutenti 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook